per Android, iPhone, WPhone

 

Acer neoTouch, il prezzo che farà la rivoluzione. C’è da rifletterci.

Postato 30 Novembre 1999 da Gti in News

Acer neoTouch ancora una volta protagonista per il prezzo, più che per le specifiche: disponibile su Expansys in versione italiana a costo… d’incanto!

Acer neoTouch, il prezzo che farà la rivoluzione

L’Acer neoTouch ed il suo prezzo potrebbero passare alla storia per aver avviato un processo di trasformazione radicale nelle politiche commerciali e distributive degli smartphone, non soltanto Windows Mobile. Il neonato dispositivo, di cui abbiamo parlato moltissimo e a giusta ragione nelle ultime ore (per via delle specifiche di punta contrapposte a listini da “entry level”), sembra potersi rendere fautore di quella “rivoluzione” economica che tutti gli utenti, un po’ meno i costruttori e gli operatori commerciali, si aspettavano o quanto meno si auguravano.


Sì, perché l’Acer neoTouch dopo essere apparso sulle vetrine digitali del britannico Clove in versione inglese ed al prezzo di 390 Euro, ed essersi presentato in una catena di negozi italiani a 499 Euro, ora ritorna a far parlare di se: è in offerta sull’e-store Expansys, con localizzazione italiana e già disponibile per l’acquisto, all’interessantissimo prezzo di 430 Euro.

Se la politica commerciale di Acer e dell’esercito dei suoi nuovi smartphone dovesse rivelarsi vincente e non implicasse limiti alla qualità costruttiva, o comunque inconvenienti di altra natura ma sempre conseguenti all’esigenza di contenere i costi, allora saranno tempi duri per la concorrenza. C’è da chiedersi ad esempio come sarà possibile per i distributori di un Sony Ericsson Xperia X2 trovare rivenditori che siano disposti a portarlo sugli scaffali a 590 Euro. Stesso discorso per il Toshiba TG01, che è ancora proposto da molti dettaglianti a 550 Euro: le sue specifiche, lo sappiamo, sono molto (e pericolosamente) simili a quelle dell’Acer neoTouch (in particolare la CPU Qualcomm Snapdragon da 1 GHz). E via di questo passo con Nokia, Samsung e Apple (il cui iPhone, però, pare vivere per il momento un’era commerciale a se).

Certo, si dirà: non si può mica generalizzare, gli smartphone non sono tutti uguali. E difatti i più grandi protagonisti della telefonia mobile sembra fossero già pronti a questa guerra annunciata (dalla stessa Acer, tempo addietro). È il caso, ad esempio, di HTC e del suo nascituro HD2, il cui prezzo previsto è di 630 Euro (destinato, a questo punto, probabilmente a scendere): qui è chiarissimo l’intento di diversificarsi adottando soluzioni tecnologiche inedite (display capacitivo, diagonale da 4.3”, ampio bagaglio di memoria). Ma sarà questo sufficiente a creare un segmento “altissimo” del mercato, che sappia parare i colpi battuti all’asta dal direttore Acer?

Fonte: SoloPalmari (grazie a broncos)

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi