per Android, iPhone, WPhone

 

BlackBerry PlayBook scelto da Fondazione Bergamo nella Storia

Postato 20 Settembre 2012 da Guido in News

PlayBook è stato individuato per il Museo Storico dell’Età Veneta di Bergamo

Museo Storico dell'Età Veneta

 

i tablet PlayBook di BlackBerry saranno utilizzati all’interno del Museo Storico dell’Età Veneta di Bergamo, nella apposita sezione rinnovata, dedicata al Cinquecento. La soluzione scelta è interessante: lungo il percorso della mostra sono posizionati dei codici QR, che possono essere letti con la fotocamera incorporata nel PlayBook. in Questo modo si ottengono direttamente su tablet curiosità, informazioni e animazioni tridimensionali. In sostanza si tratta di una guida alla visita, che consente di pianificare gli approfondimenti e i tempi in tutta libertà.

Il Museo Storico dell’Età Veneta di Bergamo metterà a disposizione dei visitatori dei tablet BlackBerry PlayBook di Rim, con display da 7 pollici.

Siete stati a visitare il museo? Siete stati convinti da questa soluzione? Ci farebbe piacere conoscere l’opnione di amici bergamaschi o di qualcuno che ha visitato il Museo Storico dell’Età Veneta di Bergamo, PlayBook alla mano.

A seguire il comunicato stampa di RIM.

 

Clicca qui per leggere il comunicato stampa

IL MUSEO STORICO DELL’ETA’ VENETA SCEGLIE BLACKBERRY
PER RACCONTARE IL CINQUECENTO INTERATTIVO

 

 

Flessibilità, qualità, convenienza: questi i motivi che hanno spinto la Fondazione Bergamo nella Storia ad utilizzare i tablet BlackBerry PlayBook, e la piattaforma BlackBerry per la  realizzazione del percorso interattivo e multimediale all’interno del nuovo Museo Storico dell’Età Veneta di Bergamo.

 

Il museo ha aperto le sale della sezione dedicata al Cinquecento interattivo nel Palazzo del Podestà di Bergamo, nella scenografica Piazza Vecchia. Qui dipinti, manoscritti, mappe e documenti prendono vita e vengono messi a disposizione di tutti. La nuova sezione del museo, dedicata al Cinquecento, offre ai visitatori la possibilità di compiere un viaggio indietro nel tempo nella Bergamo veneziana, attraverso installazioni multi-sensoriali e scenari interattivi, mescolando conoscenza e gioco.

L’esperienza dei visitatori è stata potenziata attraverso le tecnologie più moderne. Lungo il percorso della mostra sono stati posti numerosi QR code che permettono di visualizzare curiosità, video e di “maneggiare” animazioni tridimensionali attraverso i dispositivi mobili. Per permettere a tutti di accedere a questi contenuti, la Fondazione Bergamo nella Storia ha deciso di mettere a disposizione del pubblico i tablet di RIM.

 

I motivi alla base di questa scelta sono diversi. “Le caratteristiche che ci hanno convinto maggiormente ad utilizzare i tablet BlackBerry PlayBook e la tecnologia di RIM sono la profittabilità e la flessibilità”, spiega Massimo Basile, Responsabile Information System & Technology della Fondazione Bergamo nella Storia. “La qualità del tablet BlackBerry PlayBook è sicuramente un’arma vincente. La parte radio del tablet di RIM è molto performante e offre grosse potenzialità nella gestione del sistema Wi-Fi. La connessione è rapida, la ricezione è ottima ed è possibile cambiare canale a seconda degli access point senza nessun problema. Questo è stato fondamentale per realizzare il nostro progetto. Inoltre, il formato da 7”, a metà strada fra uno smartphone e un tablet di grossa taglia, fa sì che i contenuti prodotti per questo device possano essere visualizzati senza problemi sia sugli smartphone con schermi più piccoli che sui tablet con schermi molto grandi, sempre mantenendo una qualità ottimale.”

 

La tecnologia di RIM permette di sviluppare applicazioni direttamente sul tablet BlackBerry PlayBook, senza vincoli legati alla piattaforma utilizzata e, per questo motivo, tutto ciò che viene creato su BlackBerry sarà poi utilizzabile su tutte le altre piattaforme. Un ambiente così flessibile rende maggiormente profittevole il proprio lavoro nel lungo periodo. Dall’altro lato il fatto di non essere legati necessariamente a politiche di marca riguardanti gli store per la vendita delle applicazioni consente di avere una scelta di fornitori molto più ampia. Questo aumenta la profittabilità nel breve periodo. Inoltre, BlackBerry è l’unica piattaforma che consente di sviluppare utilizzando il linguaggio flash. Questo è un grande vantaggio che permette di avere flessibilità, da un lato, e abbattimento dei costi dall’altro, perché gli sviluppatori utilizzano un linguaggio che già sono soliti usare.

 

“La grande versatilità della piattaforma BlackBerry, unita alla alta qualità dei nostri device costituiscono dei punti di forza che possono essere sfruttati per un gran numero di attività, in diversi settori”, dichiara Alberto Acito, Managing Director di RIM Italia. “La Fondazione Bergamo nella Storia ha saputo utilizzare al meglio la nostra tecnologia per fare cultura in un modo assolutamente moderno e accattivante, per innovare sperimentando. Insieme abbiamo unito due mondi, quello della storia e della tecnologia, che in apparenza sono distanti ma che in realtà hanno bisogno l’uno dell’altro per far vivere un’esperienza più intensa a tutti noi.”

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Guido

Appassionato di tecnologia e smartphone.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi