per Android, iPhone, WPhone

 

Emoze lancia la sfida al Blackberry

Postato 31 Marzo 2007 da Gti in News

Durante il CTIA statunitense, presso lo stand della Emoze, il noto servizio di posta push è stato confrontato testa a testa con il celebre client Blackberry della RIM: pare, ma non è dato conoscere con precisione i termini della comparativa, che la tecnologia della Emoze sia riuscita a battere quella proposta dall’azienda di Waterloo, superandola ampiamente sul fronte delle prestazioni. Il nuovo servizio (di fatto lanciato alla fine dello scorso anno) è in grado di estendere le funzionalità push ai normali account di posta elettronica basati su server POP3 ed è compatibile con una vasta gamma di dispositivi Symbian e Windows Mobile. Per gli utenti aziendali è necessaria la connessione ad un server Exchange o Domino, mentre per gli quelli privati è sufficiente una copia di Microsoft Outlook in esecuzione sul proprio PC, previa installazione di un’applet denominata “PC Connector”. Quest’ultima effettua il polling in tempo reale delle caselle configurate in Outlook: all’arrivo di un nuovo messaggio, questo sarà inviato al server Emoze che immediatamente lo inoltrerà al client mobile. Il risultato è simile a quello ottenuto con un dispositivo Blackberry o Windows Mobile di ultima generazione, ma senza richiedere alcuna infrastruttura dedicata.



Qualunque account di posta visualizzabile sul client MAPI del nostro PC sarà così disponibile in tempo reale nelle nostre tasche. L’unico limite è costituito dalla necessità di mantenere in esecuzione Outlook ed il PC Connector sul computer desktop o notebook per tutta la durata del servizio. Le funzioni di sincronizzazione bidirezionale in tempo reale non si fermano alla posta elettronica: anche contatti, agenda ed impegni saranno continuamente aggiornati tra Outlook o Lotus Notes ed il dispositivo mobile.
La build più recente di Emoze può essere scaricata direttamente dal sito istituzionale, dove è disponibile anche una guida rapida per la configurazione in grado di rendere il tutto operativo nell’arco di pochi minuti.

Fonte:  EngadgetMobile

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi