per Android, iPhone, WPhone

 

HTC Dream contro Magic: Android, la sfida! Esclusiva SoloPalmari.

Postato 22 marzo 2009 da Gti in Le Recensioni
HTC Magic contro HTC Dream - Google Android

Escludendo eventuali legami vuoi sentimentali o di convenienza all’uno o all’altro gestore telefonico che si occuperanno della relativa commercializzazione in Italia, l’HTC Dream ed il Magic vanno dividendo i fan della neonata piattaforma Android in due fazioni: meglio il Dream (distribuito in esclusiva da TIM), o il Magic (prossimamente in vendita con Vodafone)? È preferibile disporre di una QWERTY keyboard fisica, o conviene prediligere la maggiore tascabilità di un PDA phone che utilizza una tastiera virtuale a video? Il design più ricercato o i contenuti hardware? Le risposte a queste domande non possono arrivare da approfondimenti e recensioni, perché sono condizionate da circoscritte esigenze, dalle abitudini maturate attraverso l’esperienza con dispositivi posseduti in precedenza, o più semplicemente dai gusti personali. Certamente, però, attraverso specifici e semplici test è possibile mettere a confronto i primi dispositivi Android italiani (il Magic, lo ricordiamo, dovrebbe essere nei negozi a fine aprile), così da fornire strumenti obiettivi, per quanto sicuramente non esaustivi, a supporto di un’eventuale scelta. Dunque con le prove che seguono (arricchite da contributi di immagini e filmati) cercheremo di comparare alcune funzioni condivise: il ricevitore satellitare, la fotocamera, la velocità in connessione USB con il PC e, naturalmente, le dimensioni. Non mancherà un breve, ma riteniamo importante, riferimento agli applicativi preinstallati. Vediamo.


Le dimensioni e la tastiera fisica/virtuale

Ricapitoliamo le caratteristiche fisiche dei due device, prima di lasciare spazio per questa tappa dell’approfondimento alle immagini comparative. Il lettore ha di che trarre conclusioni.


  • HTC Dream, dimensioni e peso: 117.7 mm x 55.7 mm x 17.1 mm – 158 grammi
  • HTC Magic, dimensioni e peso: 113 x 55 x 13.65 mm – 118.5 grammi

 
{yoogallery src=[/images/stories/0009/02/conf_dream_magic_/]} Ricordiamo che il maggior volume complessivo dell’HTC Dream è diretta conseguenza dell’implementazione di una tastiera hardware estesa. Il Magic, come detto, dispone unicamente di una QWERTY keyboard virtuale a video: dopo un breve periodo di apprendimento la digitazione di testi, anche lunghi, si rivela particolarmente agevole, ma certamente non in modo equiparabile alla facilità di redazione che al primogenito HTC Android può garantire la tastiera fisica a slitta.

NOTA: i sample in uso alla redazione di SoloPalmari sono sostanzialmente identici alle versioni definitive che in queste ore, e nel corso del prossimo mese, sono e saranno nei negozi. L’unica differenza è data dal design, ed in specie la conformazione e la collocazione dei pulsanti principali.

La fotocamera

Entrambe le macchine sono dotate di camera integrata; stesse ottiche, medesima risoluzione da 3,2 MP. Non può dirsi lo stesso per il risultato degli scatti che, come sembrano dimostrare le immagini riportate di seguito, appaiono più nitidi e contrastati nell’HTC Magic. Per contro, le foto riprese con il Dream sembrano poter mostrare colori più pieni e realistici. Si consideri, tuttavia, che il software di gestione dell’obiettivo digitale del Magic potrebbe subire modifiche nel periodo che intercorre da oggi al momento in cui il terminale verrà commercializzato.
Al lettore gli strumenti per verificare personalmente (cliccando sulle fotografie viene aperta l’immagine originale, non ridimensionata e tanto meno ritoccata).

HTC Magic

 
HTC Dream
 
 

Il GPS, Google Maps e la funzione Street View
In relazione al sistema di navigazione satellitare integrato in entrambi i PDA phone, abbiamo effettuato tre tipi di test: tempo di fixing iniziale, gestione a video della cartografia digitale di Google Maps, tecnologia Street View. Quest’ultima, per chi non la conosca e non l’abbia ancora sperimentata su PC, è una funzione che permette di avere una visione realistica (fotografica) di alcune zone delle principali città del Mondo, selezionate da Google in base al prestigio storico, architettonico o commerciale che le contraddistinguono. Nel Dream come nel Magic la navigazione virtuale tra le immagini tridimensionali può essere affidata al sensore di rotazione (compasso digitale) anziché gestita con lo sfioramento del touchscreen. Il video che segue, meramente dimostrativo e privo di finalità comparativa fra i due device, si riferisce proprio a questa feature.

{wmvremote}http://www.solopalmari.com/images/stories/0009/02/magic_vs_dream_gstreetview.wmv{/wmvremote}

Era scontato in premessa, e all’atto dei fatti arriva la conferma: la fluidità di mappe e fotografie tridimensionali, e l’interazione tra la funzione Google Maps Street View ed il G-Sensor implementato nei terminali, porta a risultati pressoché identici. In entrambi i casi l’esperimento si risolve con il massimo dei voti.

I tempi di fixing iniziale

HTC Dream e Magic: GPS fixing

Il Magic ed il Dream integrano un’antenna satellitare, nativamente presente nel chipset Qualcomm, chiamata gpsOne. Si tratta di un sistema A-GPS la cui efficienza è già stata felicemente sperimentata in passato su altri dispositivi: anche in questo caso la periferica si mostra in grado di garantire eccellenti performance.

  • HTC Dream, TTFF (Time To First Fix): 13”
  • HTC Magic, TTFF (Time To First Fix): 14”

In particolare sia l’HTC Magic che il Dream hanno effettuato il loro primo fix assoluto (le macchine erano state preventivamente sottoposte a reset hardware), con relativa localizzazione sulla mappa, in meno di 15 secondi. Un successo.


Connessione USB

Un test semplice, su di un aspetto la cui importanza è relativamente marginale: la velocità di trasferimento dati tra PC e dispositivo via USB. Per la prova è stato utilizzato un unico file la cui dimensione è pari a circa 36 MB. L’evidente forbice tra le prestazioni registrate aumenterà progressivamente, è scontato, laddove vengano impiegati file più “pesanti”.

HTC Dream e Magic: trasferimento dati USB

I risultati:
HTC Dream = trasferimento file via USB, circa 11 secondi
HTC Magic = trasferimento file via USB, circa 16 secondi.

Come per l’esperimento condotto sulla fotocamera digitale integrata, si consideri che il firmware installato sull’HTC Magic non è definitivo.

Conclusioni.

Le macchine messe a confronto vantano un quadro tecnico sostanzialmente identico, ed i risultati delle prove fin qui eseguite lo confermano. Le piccole differenze negli esiti dei test possono essere tanto imputabili a diverse messe a punto del firmware, tanto all’assenza di strumenti di misurazione obiettivi riservati alla giovane piattaforma Android (la rilevazione di tempi e performance è stata effettuata con l’empirico, seppur efficace utilizzo di un cronometro meccanico – per i più esigenti: un cronografo Zenith con movimento El Primero).

Sotto il profilo più strettamente operativo non sono state registrate variazioni delle performance degne di nota, grazie anche alla notevole “leggerezza” della piattaforma Android. In tema di autonomia, per contro, si è preferito evitare qualsiasi esame: sia il Magic che il Dream in uso a SoloPalmari non sono macchine nuove, ma sample prototipali “usati” e già sottoposti in precedenza a numerosi cicli di carica. L’assenza di una preventiva messa a punto della batteria, comune ad entrambi i PDA phone, avrebbe potuto gravemente inficiare eventuali test sulla sua durata.

Un’ultima nota va all’implementazione nativa del software, ed in particolare agli applicativi preinstallati. A differenza del Dream, l’HTC Magic dispone di un gestionale e-mail che può interfacciarsi con i più diffusi server remoti, Microsoft Exchange compreso. Il Dream, inoltre, non possiede un tool di sincronizzazione per la posta elettronica e gli altri servizi online di Google. Fortunatamente programmi di terze parti, Open Source o commerciali, possono efficacemente rimediare all’assenza. Sarebbe però opportuno, a nostro avviso, che i potenziali acquirenti del terminale fossero di ciò resi consapevoli immediatamente e direttamente dal vendor. Che in questo caso è il gestore telefonico TIM, il quale nella scheda commerciale dell’HTC Dream del relativo limite non fa invece alcun cenno.

Le specifiche tecniche dei terminali:

HTC Dream

  • Sistema Operativo: Android
  • Telefono: quad-band GSM / GPRS / EDGE – HSDPA/HSUPA
  • CPU: Qualcomm 7201A da 528 MHz
  • Memoria: 192 MB RAM, 256 ROM
  • Display: 3,2” HVGA (320 x 480 pixel), TFT LCD touchscreen 
  • Tastiera: QWERTY, 5 file di tasti
  • Fotocamera: 3.2 MP autofocus + anteriore CMOS da 0,3 MP 
  • GPS: Qualcomm gpsOne – Preinstallato Google Maps
  • Espansione: microSD/HC
  • Audio: Stero in cuffia – connettore auricolare da 2,5 mm
  • Radio: FM stereo, con ascolto in vivavoce Espansione: microSD/HC
  • Wireless: Wi-Fi b/g, Bluetooth 2.0con EDR
  • Batteria: 1150 mAh agli ioni di Litio
  • Dimensioni e Peso: 117.7 mm x 55.7 mm x 17.1 mm – 158 grammi
  • Altro: Compasso digitale, Sensore di movimento
  •  

    HTC Magic

  • Sistema Operativo: Android
  • Telefono: quad-band GSM / GPRS / EDGE – HSDPA/HSUPA (2 Mbps uplink, 7,2 downlink)
  • CPU: Qualcomm 7201A da 528 MHz
  • Memoria: 192 MB RAM, 512 ROM
  • Display: 3,2” HVGA (320 x 480 pixel), TFT LCD touchscreen Tastiera: QWERTY, 5 file di tasti
  • Fotocamera: 3.2 MP autofocus + anteriore CMOS da 0,3 MP
  • GPS: Qualcomm gpsOne – Preinstallato Google Maps
  • Espansione: microSD/HC
  • Audio: Stero in cuffia – connettore auricolare da 2,5 mm
  • Radio: FM stereo, con ascolto in vivavoce Espansione: microSD/HC
  • Wireless: Wi-Fi b/g, Bluetooth 2.0con EDR
  • Batteria: 1340 mAh agli ioni di Litio
  • Dimensioni e Peso: 113 x 55 x 13.65 mm – 118.5
  • Altro: Compasso digitale, G-sensor
  • Fonte: SoloPalmari (Talpa).

    0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

    Autore

    Gti



    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi