per Android, iPhone, WPhone

 

HTC MTeoR – Recensione SoloPalmari – Anteprima

Postato 24 agosto 2006 da Gti in Le Recensioni

Recensione SoloPalmari (pagina I)

HTC MTeoR: lo smartphone “broadband”

Introduzione Il MTeoR si lega a due novità del mercato: è il primo smartphone HTC ad essere commercializzato direttamente dal costruttore taiwanese, che a sua volta in veste inedita si cimenta nella tecnologia UMTS applicata a questa categoria di dispositivi. Per quanto, come vedremo più avanti, lo standard 3G venga sfruttato unicamente per la connessione dati, vista l’assenza della fotocamera interna e l’impossibilità di effettuare videochiamate, è un device avanzato e dalle caratteristiche tecniche sicuramente interessanti. È pensato per un’utenza business, o per i più esigenti appassionati di tecnologia mobile, i quali tuttavia si vedranno costretti ad accettare, loro malgrado, anche l’assenza dell’interfaccia WiFi.

alt

La vocazione “professionale” del MTeoR si esprime anche nel design: essenziale, dai colori grigio scuri privi di forti contrasti e dalle linee volutamente classicheggianti, possiede un rivestimento costituito per buona parte di lega metallica. La soluzione contribuisce ad offrirgli un aspetto compito, robusto, forse persino serioso; di certo la qualità dei materiali e la cura adottata nell’assemblaggio rappresentano un elemento di forte caratterizzazione.

align=”center”>

Fornitura La fornitura di accessori è del tutto simile a quella prevista per l’Oxygen, altro smartphone HTC che presto arriverà sul mercato: alimentatore, cavo di sincronizzazione e di ricarica USB/miniUSB, manualistica e garanzia. Nella confezione pervenuta alla redazione di SoloPalmari, contenente un sample destinato alla stampa, non era presente la custodia a cui i distributori i-mate e Qtek avevano abituato i loro clienti. È probabile che venga resa disponibile nelle versioni commerciali.

alt

Anche gli auricolari a filo sono identici (cambia soltanto il colore) a quelli forniti con l’Oxygen (dal quale prendiamo in prestito la foto in alto). Vengono impiegati per ascoltare la musica in stereofonia e per le conversazioni telefoniche (in monofonia). Sono dotate di un pulsante per l’accettazione e la chiusura delle chiamate, e di un regolatore del volume.

alt alt

Specifiche Modulo UMTS e display con risoluzione QVGA richiedono un processore dalle buone prestazioni. È per questo che per il MTeoR la scelta di HTC è ricaduta sul prestante Samsung 2442 da 300 MHz, soluzione preferita alle CPU Texas Instruments, da alcuni anni regine incontrastate nella categoria smartphone e PDA phone. Scendiamo nei particolari, ed analizziamo le specifiche:

  • SO: Windows Mobile 5.0
  • Cpu: Samsung da 300 MHz
  • Memoria: RAM: 64 MB, ROM: 128 MB
  • Modulo telefonico: Triband GSM/GPRS/EDGE/UMTS
  • Display: QVGA 320 x 240, 64K colori, TFT da 2,2”
  • Audio: Speaker integrati, Jack Stereo, Microfono
  • Fotocamera: Integrata da 1,3 megapixel
  • Espansione: Micro SD
  • Connettività: IrDA SIR, Bluetooth 2.0
  • Batteria: Rimovibile, ricaricabile, da 1.190 mAh
  • Dimensioni e Peso: 112.4 x 49 x 14.8 – 120 g

Recensione SoloPalmari (pagina II)

HTC MTeoR: lo smartphone “broadband”

Estetica, ergonomia, qualità costruttiva Ne abbiamo già fatto cenno: la scocca che riveste il MTeoR è di buona qualità. Al tatto il device si mostra robusto e compatto: le giunture sono prive di qualsiasi sbavatura, dimostrando un accurato progetto ingegneristico. Per contro le plastiche adottate per la finitura del tastierino alfanumerico non sembrano del tutto in linea con gli altri materiali della componentistica.

alt

La generosa distanza che separa i pulsanti riduce considerevolmente l’attenzione da riporre per evitare errori durante la digitazione. La corsa, fortemente contenuta, richiede un breve periodo di adattamento: la segnalazione acustica della pressione, attivabile da sistema, può aiutare nell’iniziale fase di adattamento.

Funzioni hardware Sono invece particolarmente piccoli i quattro tasti posizionati appena sotto il monitor: quelli centrali richiamano il programma di posta elettronica ed il browser Web, mentre i laterali corrispondono alle “Soft Key” del sistema operativo Windows Mobile 5.0. Le dita meno affusolate li troveranno più facilmente raggiungibili con la punta delle unghie, piuttosto che con i polpastrelli.

alt

Nella sezione riservata alle funzioni telefoniche sono inseriti anche il tasto “back” e quello che riporta il display alla schermata “Oggi”. Al centro è posizionato il keypad multidirezionale, particolarmente facile da pilotare.

align=”center”>

alt

Il perno centrale, infatti, è rivestito da una leggera capsula di gomma morbida. Percepibile al tatto, garantisce la tenuta necessaria per utilizzare i comandi con notevole precisione.

alt

Qualche millimetro sopra il monitor è incassato lo speaker telefonico. All’interno della feritoia, invisibili quando spenti, i led luminosi che segnalano l’attività del cellulare, del Bluetooth, dello stato di alimentazione.

alt

A sinistra in alto, segnalato da due piccole icone a forma di freccia, il jog dial. Per via delle ridotte dimensioni del dispositivo è facilmente raggiungibile quando si impugna lo smartphone, e permette di sfogliare cartelle, programmi, funzioni. In basso, ricoperto da un cappuccetto in gomma, è presente lo slot microSD.

align=”center”>
alt

Sul fianco destro del device è posizionata la porta infrarossi, il tasto per il richiamo della fotocamera e quello per la registrazione di note vocali e testuali.

alt

Sulla base trovano posto la porta miniUSB, che possiede anche la funzione di uscita audio per gli auricolari stereo. Più a sinistra, il microfono ed una feritoia per l’inserimento di un laccetto da polso.

alt

In alto un solo tasto, quello attraverso il quale spegnere e accendere il terminale.

alt

Sul lato posteriore del MTeoR è inserito l’obiettivo della fotocamera da 1,3 megapixel, una presa per eventuali antenne esterne, lo speaker vivavoce. La restante superficie è occupata dal coperchio del vano batteria.


 

Recensione SoloPalmari (pagina III)

HTC MTeoR: lo smartphone “broadband”

Dimensioni a confronto NOTA: parte del testo e le immagini che seguono in questo paragrafo sono ripresi dalla recensione, appena pubblicata, relativa all’HTC Oxygen. Un dispositivo di fascia alta, il MTeoR, viene confrontato con uno di fascia (relativamente) economica: l’HTC Oxygen. Tra i fattori che accomunano i device c’è la componente di forte novità.

alt

Posti di fianco, l’uno all’altro, i dispositivi mostrano immediatamente le differenze stilistiche che ne caratterizzano il design: squadrato e filante il MTeoR, sinuoso e tondeggiante l’Oxygen. Il primo è visibilmente più lungo e leggermente più largo del suo termine di paragone (le specifiche dell’Oxygen non sono ancora pubblicate dal costruttore).

alt

La differenza in termini di spessore, come risulta evidente dall’immagine in alto, va invece sicuramente a favore dell’HTC MTeoR. Molto sottile, lo smartphone risulta particolarmente tascabile.

align=”center”>

Multimedia: audio Pur essendo caratterizzato da tono e da target professionale, anche nel MTeoR ritroviamo una buona vocazione multimediale. L’utilizzo come MP3 player di uno smartphone è d’altra parte una prassi, forse addirittura un’esigenza, diventata molto comune in ogni categoria sociale.

alt

align=”center”>

Come sempre nel testare le qualità acustiche del sottosistema audio abbiamo preferito affidare a Windows Media Player la riproduzione di un brano con un livello di encoding particolarmente elevato (192 Kbps), così da poter verificare il grado di capacità di restituire le tonalità originarie. In questo caso i risultati sono stati sicuramente soddisfacenti, anche se rispetto ad altri smartphone HTC recentemente provati (Startrk e Oxygen) il suono ci è sembrato caratterizzato da una leggera tendenza al livellamento delle escursioni sonore. È probabile che si tratti dell’indiretta conseguenza di una caratteristica del sistema, che quando non è chiamato ad esprimersi in stereofonia garantisce, è il caso delle conversazioni telefoniche, un ascolto particolarmente chiaro. – Multimedia: fotocamera Al contrario di quanto abbiamo visto nel paragrafo precedente, dedicato alla riproduzione musicale, questo secondo test parla di risultati leggermente superiori alla media, tenuto conto della categoria alla quale ci riferiamo. La fotocamera da 1,3 megapixel si è mostrata capace di catturare immagini sufficientemente rispettose dei contrasti cromatici e, soprattutto, di quelli luminosi.

alt
Click sull’immagine per visualizzare l’originale

Il cielo, nelle giornate estive, non è un soggetto particolarmente gradito alle digicamere integrate in PDA e smartphone: la forte luminosità obbliga a tempi di otturazione particolarmente brevi, con la conseguenza che le zone in ombra tendono a scurirsi eccessivamente. Non è questo il caso, come possiamo rilevare dall’immagine in alto, la quale tuttavia proprio per questa ragione presenta una leggera sgranatura. La messa a fuoco è soddisfacente, considerato il campo visuale.

alt
Click sull’immagine per visualizzare l’originale

Soddisfacenti anche i risultati degli “shot” a soggetti ravvicinati: il MTeoR, nonostante l’assenza della funzione macro, può essere utilizzato per note visuali quando non si ha tempo di appuntare con carta e penna. Pur essendo particolarmente decentrato rispetto al punto di focalizzazione, nella foto in alto il testo viene catturato in modo leggibile (l’immagine è stata ripresa senza il supporto di un cavalletto).

Multimedia: video e benchmark TCPMP L’HTC MTeoR possiede, rispetto alla categoria, un display generoso sia in termini di risoluzione che di ampiezza. La caratteristica fa sì che possa senz’altro prestarsi come occasionale strumento per l’intrattenimento “cinematografico”.

altalt

La testimonianza arriva dall’esame al quale è stato sottoposto: attraverso TCPMP, player Open Source, abbiamo riprodotto alcuni video in vari formati, sempre ottenendo risultati convincenti. Come parametro di confronto è stato utilizzato il trailer di Matrix, celebre film di fantascienza, conservato sulle pagine Web a cui si riferiscono gli stessi sviluppatori di The Core Pocket Media Player per gli esperimenti di benchmarking.

alt

L’immagine in alto dimostra esiti sicuramente positivi: il video (a bassa risoluzione: 150 x 216 pixel) ha registrato l’indice del 236,82%. In termini molto semplici, lo stesso filmato potrebbe essere riprodotto sul display del MTeoR ad una velocità pari ad oltre il doppio di quella originale, senza comprometterne la fluidità e provocare la perdita di frame. Si consideri che l’HTC Oxygen, dotato è vero di processore meno performante, ha ottenuto risultati molto simili pur disponendo di un monitor con risoluzione nettamente inferiore a quella QVGA, che caratterizza invece lo smartphone in prova.


 

Recensione SoloPalmari (pagina IV)

HTC MTeoR: lo smartphone “broadband”

Software preinstallato È ora il momento di dare una rapida scorsa ai programmi già presenti nel dispositivo, che per gran parte si riconducono alla configurazione standard del sistema operativo Windows Mobile 5.0. In premessa, una nota: l’interfaccia a cui gli smartphone ci hanno abituato è leggermente cambiata, acquisendo una barra di scorrimento laterale nelle schermate di accesso al parco degli applicativi.

alt alt

Il software di sistema viene affiancato da una suite di visualizzatori di documenti firmata ClearVue: Word, PowerPoint, Excel. Vista la grande diffusione del formato, che viene in particolar modo impiegato nella posta elettronica, è certamente apprezzabile la presenza del tool che permette di leggere file PDF.

align=”center”>

altalt 

Ci ritroviamo a parlare della fotocamera per rilevarne una caratteristica prima trascurata: può essere impiegata per riprendere filmati a bassa definizione attraverso la relativa applet, presente nell’elenco degli applicativi. Anche qui, come nel caso delle immagini ferme, la resa è soddisfacente. – Modulo telefonico Siamo giunti al punto di forza di questo terminale. Grazie al connubio tra display ampio con buona risoluzione video, processore prestante e connettività UMTS, la navigazione Web diventa inaspettatamente funzionale e veloce, tanto da risultare efficace anche nella frequentazione di siti particolarmente complessi.

alt

È necessario meno di un minuto per caricare completamente la home Page di SoloPalmari, che non può certo definirsi “leggera”: oltre 1 megabyte. Allo stesso modo la procedura di consultazione della posta è rapida ed efficiente, e non soffre dei tempi di latenza che normalmente caratterizzano questo tipo di dispositivi e le connessioni dati 2/2,5 G (GPRS/EDGE). Il modulo telefonico offre buone prestazioni anche nelle comunicazioni vocali, durante le quali (come già accennato) l’audio viene riprodotto fedelmente e senza disturbi. Peccato per l’assenza del’obiettivo per la videochiamata: come testimonia la prossima commercializzazione da parte di i-mate di una variante di questo terminale (SP JAS), avrebbe potuto essere adottato senza particolari difficoltà, perché la configurazione hardware ne possiede nativa predisposizione.

Connettività wireless Un altro assente in MTeoR è il protocollo Wi-Fi. In un device così avanzato se ne può sentire la mancanza, perché se è vero che l’UMTS garantisce una considerevole velocità nel trasferimento dati, è altrettanto vero che i costi di connessione non possono definirsi particolarmente economici.

alt alt

E’ invece presente l’interfaccia Bluetooth, nel suo standard più aggiornato, il 2.0. È quindi garantita la comunicazione senza fili a corto raggio, con altri terminali o con periferiche (lo standard 2.0 è particolarmente adatto allo streaming audio, e favorisce l’utilizzo degli auricolari wireless). Ad una prova empirica, quella che di consueto effettuiamo per misurare in via indicativa l’affidabilità del chip Bluetooth implementato, la risposta è stata discreta: il segnale è stabile, non presenta incertezze, ma il raggio d’azione sembra essere leggermente inferiore ai concorrenti più diretti (circa un metro in meno rispetto all’HTC Oxygen). È probabile che la caratteristica sia diretta conseguenza delle misure adottate per aumentare l’autonomia e contenere i consumi di energia.


 

Recensione SoloPalmari (pagina V)

HTC MTeoR: lo smartphone “broadband”

Prestazioni Anche in tema di prestazioni generali non possiamo che affidarci a valutazioni di massima, frutto di test pratici. Non è ancora possibile, sappiamo, effettuare benchmark obiettivi a causa dell’assenza di applicativi dedicati e, soprattutto, ampiamente sperimentati sulla piattaforma smartphone. Ad ogni modo le procedure adottate per valutare le performance sono identiche a quelle già praticate con altri dispositivi appartenenti alla medesima categoria; riteniamo possano costituire un discreto parametro d’analisi.

alt

L’apertura di programmi e documenti è sufficientemente veloce: una fotografia di 50 Kb viene visualizzata a schermo, utilizzando l’apposito applicativo preinstallato in ROM, in tempi che possono variare tra i due e i quattro secondi, a seconda che il device venga utilizzato avendo preventivamente azzerato la memoria con un reset o dopo un uso ordinario di qualche minuto. Anche la navigazione tra le cartelle, sia utilizzando il browser di sistema, sia attraverso l’interfaccia utente, risulta fluida e priva di notevoli latenze. Rallentamenti sono ravvisabili soltanto nel caso in cui vengano tenuti aperti più applicativi, indipendentemente dall’ammontare della memoria RAM occupata. – Autonomia

alt

Ancora una volta, in assenza di strumenti d’analisi obiettivi e standardizzati, offriamo una valutazione frutto di test empirici: l’autonomia del TyTN può senz’altro definirsi generosa, consentendo l’utilizzo moderato del device per 24/36 ore continuative. Una giornata d’intenso lavoro viene comunque coperta, anche accedendo spesso alle funzioni di connettività (Bluetooth e traffico dati via UMTS). La batteria, d’altra parte, possiede capacità generosa: 1.190 mAh. – Conclusioni Il MTeoR è un valido strumento professionale, grazie al quale è possibile tenersi costantemente aggiornati con la posta elettronica e con i dati provenienti dal server aziendale. Il display, ampio, ben contrastato e dall’elevata risoluzione, consente l’immediata e agevole consultazione di contenuti, visuali e testuali. Il disegno estetico, compito ed elegante, conforta ulteriormente l’immagine di se che il device vuol chiaramente comunicare: un tool tascabile e riservato che ha in primo luogo il compito di servire gli impegni lavorativi, e solo in seconda istanza quelli di intrattenimento.

alt

Di fatto, tuttavia, anche sotto il profilo multimediale il nuovo smartphone di HTC sa farsi valere, grazie proprio all’efficace capacità di rappresentazione visuale fornita dallo screen. Meno brillante il sottosistema audio, comunque in grado di mantenersi su tenori soddisfacenti. La connettività dati veloce, offerta dall’UMTS, costituisce sicuramente l’aspetto più interessante. Sia che venga utilizzato come browser indipendente per il Web e per il check diretto delle email, sia che si presti come modem per l’accesso ad Internet da un notebook (o, perché no, da palmare), la rapidità di fruizione dei contenuti è sempre garantita, anche in luoghi dove il segnale telefonico si presenta debole. In definitiva, l’unico rammarico è legato all’assenza dell’interfaccia Wi-Fi e della funzione di videochiamata. La presenza di queste due feature avrebbe consentito di coronare l’impressione che in ogni caso il MTeoR trasmette: uno strumento avanzato, potente, che punta tutto sulle garanzie di affidabilità. Persino a costo di sembrare ingeneroso.

align=”center”>

Pro e contro Pro

  • – Connettività UMTS
  • – Display
  • – Qualità costruttiva
  • – Compattezza ed ergonomia
  • – Funzionalità

Contro

  • – Assenza Wi-Fi
  • – Assenza funzione videochiamata

  Si ringrazia Dangaard Italia per la consueta, cordiale disponibilità.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi