per Android, iPhone, WPhone

 

HTC Touch Diamond Vs 50 PDA WM: i benchmark! Esclusiva SoloPalmari.

Postato 27 maggio 2008 da Gti in Le Recensioni

Image
HTC Touch Diamond:
i benchmark.

Recensione SoloPalmari 


Click per accedere all’articolo completo.

Ci sono invenzioni capaci di rivoluzionare il modo di vivere della gente. Senza scomodare la ruota, fra i possibili esempi ne riportiamo uno particolarmente pertinente: il cellulare. Impensabile per i più farne a meno, tanto che secondo statistiche recenti almeno in Italia si contano più telefonini che persone (tre pro capite, l’hanno detto anche in TV).

align=”center”>

Allora gli ingegneri e i manager di HTC hanno fatto tesoro dell’assunto che i telefonini si vendono molto più che non i palmari, e hanno puntato dritto ad un obiettivo: rendere i PDA phone simili ai propri antenati. Su questa strada incontriamo l’HTC Touch Diamond, prossimo alla commercializzazione: compatto, sottile, bello. E facile, facilissimo da usare, anche con una sola mano.

L’HTC Touch Diamond implementa una nuova generazione di chipset Qualcomm, siglata MSM 7201A. Il processore adottato dalla piattaforma, che conta anche sull’ausilio di una GPU, ha velocità di calcolo pari a 528 MHz. La memoria RAM ammonta a 128 MB, mentre la ROM è pari a 256 MB.

Il merito del riuscito “ritorno al passato” del neonato dispositivo di High Tech Computer va per lo più accreditato all’interfaccia TouchFLO, arrivata alla terza versione chiamata 3D. Tutte le funzioni più immediate sono appunto a portata di mano, e per digitare un numero o scrivere un SMS è sufficiente usare un solo polpastrello che interagisca con il touchscreen, senza scomodare il pennino. Ma sappiamo bene che il “diamante”, terminale Windows Mobile, è molto più che un semplice telefonino: un All-In-One, sorta di computer da portare sempre con se, nel quale sono integrati persino un ricevitore GPS, una radio FM, i moduli Wi-Fi e Bluetooth, una fotocamera da 3 MP ed un’area di archiviazione di ben 4 GB.
Sebbene in miniatura, un PC può valutarsi sotto molti aspetti, ma ciò che davvero conta sono le prestazioni. Dunque, prima ancora di dedicare al terminale una recensione completa, in questa approfondimento affronteremo un argomento molto caro a SoloPalmari e ai suoi utenti: i benchmark. A confronto, in una sfida che ha riservato sorprese a non finire, l’HTC Touch Diamond, il nuovissimo Glofiish M810 (anche qui c’è l’anteprima, alla quale volontariamente assegnamo un ruolo comprimario), ed altri cinquanta PDA phone Windows Mobile di più recenti generazioni. A prestarsi come strumento di analisi è Spb Benchmark, tool che tradizionalmente viene usato nell’esame delle performance nei Pocket PC. Com’è andata la competizione lo scopriremo passo per passo: s’incomincia.



HTC Touch Diamond:
i benchmark.

Recensione SoloPalmari 

Le specifiche

  • piattaforma operativa Windows Mobile 6.1 Professional
  • chipset Qualcomm MSM 7201A da 528 MHz
  • sezione telefonica UMTS / HSDPA (fino a 7,2 Mbps) / HSUPA
  • monitor touchscreen da 2,8 pollici con risoluzione VGA (640 x 480 pixel)
  • memoria: 192 MB RAM, 256 MB flash ROM, 4 GB di storage integrato
  • connettività Wi-Fi b/g e Bluetooth 2.0 con EDR
  • ricevitore GPS / AGPS
  • fotocamera da 3,2 megapixel con messa a fuoco automatica
  • radio FM stereo con RDS
  • batteria da 900 mAh
  • dimensioni: 102 x 51 x 11,3 mm
  • peso: 110 grammi
align=”center”>

 

I benchmark
Con l’ausilio dell’applicativo Spb Benchmark il PDA phone viene sottoposto a quattro distinti test, finalizzati alla misurazione delle prestazioni: CPU, File System, Grafica, Indice Generale. Prima delle prove il device viene sottoposto ad hard reset, e collegato ad un alimentatore, così da ridurre al minimo eventuali fattori esterni condizionanti. Il tool della Spb viene installato nella memoria locale e non su espansione.



HTC Touch Diamond:
i benchmark.

Recensione SoloPalmari 

Il processore
L’esame della CPU fornisce un’indicazione poco rappresentativa della reale e complessiva velocità del terminale, poiché non tiene espressamente in conto di altri importanti parametri, determinanti sul profilo delle prestazioni, come l’ottimizzazione del sistema, della memoria RAM e di quella ROM, del bus di trasferimento dati, dell’impianto grafico e dei tempi di lettura e scrittura del file system. Va pertanto considerato come mero indicatore della capacità computazionale del PDA, in relazione al chipset adottato.

align=”center”>

 

S’incomincia con un risultato eccellente, grazie al quale il Diamond s’impone subito sui concorrenti: secondo posto, a soli tre punti dall’HTC X7500, dotato di CPU con clock da 624 MHz. Il processore del neonato dispositivo High Tech Computer viaggia invece a 528 MHz. È la prima volta al mondo che il chipset MSM 7201A si sottopone ad esame analitico.


 


HTC Touch Diamond:
i benchmark.

Recensione SoloPalmari 

Il file system
Nettamente più significativo è il benchmark legato al file system, che ha l’obiettivo di misurare la velocità in lettura e scrittura da e sulla memoria d’archiviazione (ROM). Questo aspetto incide considerevolmente sul comportamento complessivo del PDA: un terminale che nell’uso reale si mostra particolarmente reattivo quasi sempre registra nella prova buoni risultati.   

align=”center”>

Ancora un buon piazzamento, ma questa volta niente podio: quinta posizione. Se l’HTC X7500 ed il FSC C550 sentono il fiato del Diamond sul collo, il Toshiba G900 appare invece irragiungibile. Stellare, come sempre, il comportamento dell’Asus A639. 


HTC Touch Diamond:
i benchmark.

Recensione SoloPalmari 

Grafica
Discreta importanza riveste anche questo test, nel quale tuttavia entrano in gioco numerose variabili che possono, talvolta, falsare le obiettive capacità prestazionali di una macchina. Si consideri inoltre che i device dotati di display VGA soffrono generalmente di un gap sensibile rispetto a quelli che implementano monitor con risoluzione QVGA, a causa del maggior carico di lavoro al quale sono chiamati (il numero di pixel di uno screen VGA è quattro volte superiore a quello QVGA). A titolo esemplificativo si consideri l’HTC X7500, PDA phone notoriamente prestante e sempre presente nella parte alta delle classifiche di Spb Benchmark, fatta eccezione per la prova del sottosistema grafico.  

align=”center”>

 

L’ennesimo buon risultato dell’HTC Diamond, che si piazza a metà classifica superando due temibilissimi concorrenti diretti, dotati anch’essi di display VGA: i Fujitsu Siemens N560 e C550. Le buone prestazioni registrate, che riflettono per gran parte il comportamento del dispositivo nell’utilizzo reale, potrebbero essere accreditabili alla scheda grafica implementata nel chipset Qualcomm ed ai relativi driver. Riguardo al test sull’impianto grafico è utile ricordare che … il tool di misurazione delle performance offerto dalla Spb Softwarehouse non sopporta di buon grado i monitor VGA, ed in loro presenza tende a penalizzare fortemente l’indice generale delle prestazioni”.



HTC Touch Diamond:
i benchmark.

Recensione SoloPalmari 

Index
È qui rappresentato l’indice generale delle performance, ottenuto dal tool della Spb Softwarehouse attraverso un’analisi compendiata di tutti i risultati registrati nei test precedenti. L’esame è senz’altro da considerarsi il più significativo, ed in genere può dirsi sufficientemente rappresentativo delle prestazioni complessive di un terminale Windows Mobile.   

align=”center”>

 

Ebbene sì: medaglia di bronzo nella manche più importante di tutta la gara. Alla quale si aggiunge l’encomio per aver dato del filo da torcere al Toshiba G900, la cui CPU ha clock rate da 520 MHz. L’impareggiabile Asus A639 continua a spadroneggiare, ma è pure vero che si tratta di un palmare privo di modulo telefonico, ed è quindi favorito in questo tipo di test per l’assenza dei processi di sistema legati all’interfaccia GSM.

Si conclude così il primo approfondimento dedicato all’HTC Touch Diamond. Presto se ne aggiungeranno altri, ed in particolare l’esame più approfondito delle performance dell’impianto grafico (fin d’ora dobbiamo anticipare che TCPMP, il player multimediale open source usato fino ad oggi per questa categoria di benchmark da SoloPalmari, sembra purtroppo non essere compatibile con i driver grafici implementati nel device). Fino ad allora potremo comunque contare su un dato difficilmente confutabile: il “diamante” non è soltanto apparenza.

Si ringrazia HTC e Glofiish Italia di Focelda Srl per aver fornito i dispositivi oggetto della recensione.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi