per Android, iPhone, WPhone

 

LG Cookie, smartphone leggero e essenziale

0
Postato 25 luglio 2009 da guidobo in MyReview

Il Cookie di LG (contraddistinto anche dalla sigla KP-500) è uno smartphone con touchscreen che presenta caratteristiche diverse rispetto alla massa. Ha un sistema operativo e una interfaccia utente proprietari, niente a che vedere con Windows Mobile, Symbian o Android; ha una dotazione interna di software abbastanza completa; ha un sensore gravitazionale, come alcuni modelli concorrenti di fascia superiore; ha uno schermo brillante, su cui si può interagire con lo stilo o con la punta delle dita; è dotato di un modulo telefonico GSM/GPRS/EDGE e di connettività Blutetooth, ma non ha nè wi-fi né connessione telefonica di terza generazione. Aggiungiamo che ha un prezzo di vendita intorno ai 150 Euro (è presente sul mercato da quasi un anno, peraltro), che lo colloca decisamente nella fascia bassa, ha un case plasticoso ed è leggerissimo.. Insomma, uno smartphone del “vorrei, ma non posso”, un iPhone in miniatura, un telefonino per adolescenti o un buon dispositivo per che vuole avere a che fare con il mondo dei telefonici senza tastiera, senza svenarsi? Esaminiamolo, con attenzione e senza pregiudizi.

 

Esternamente LG Cookie si presenta come un normale smartphone: schermo grande da 3 pollici, 3 tasti hardware nella parte frontale, lo slot la la scheda microSD sul lato destro (abbiamo inserito una Kingston da 16GB, che è stata riconosciuta senza problemi), lo slot per la connessione al PC e gli auricolari sul lato sinstro, dove sono presenti anche i tastini per aumentare o diminuire il volume. Look essenziale, ma funzionale: l’interazione avviene con i tre tasti hardware e una serie di tasti che compaiono di volta in volta sul display: se è presente un menu, ne compare la relativa icona sull’angolo in alto a sinistra; se è possibile tornare al livello precedente, compare una icona in alto a destra. Ogni volta che si attiva un menu, si preme un pulsante o si scrive una lettera si ha un feedback dal Cookie, che può essere un suono, una vibrazione o entrambi. A questo si aggiunga che testo e pulsanti sul display sono di grande dimensione (oltretutto personalizzabile), funzione ottima per chi ha problemi di vista. Il risultato complessivo è che l’interazione con le funzioni dello smartphone è rapida e agevole, molto più di quanto avviene, ad esempio, in un dispositivo di fascia più alta.

Bastano 10 minuti, senza l’ausilio di alcun manuale, per capire come sono strutturati i menu del Cookie, come si passa dall’uno all’altro e quali sono le funzioni presenti. Sono presenti quattro diverse sezioni: Comunicazione, Giochi, Utilità, Impostazioni. Vediamole brevemente.

La sezione Comunicazione è dedicata alla componente telefonica, di gestione dei contatti e di messaggestica. E’ possibile definire 9 numeri a composizione rapida, associandoli a icone a ll’immagine presente in rubrica. E’ possibile leggere e inviare SMS o messaggi di posta elettronica. Il client di email è semplice, e fornisce accesso rapido a server POP3 e IMAP: viene memorizzato un elenco dei messaggi presenti nella mailbox, che possono poi essere consultati singolarmente accedendo al server. Niente servizi di push mail all’ultima moda, ma una serie di tool completi per una consultazione di base della mail. La rubrica può contenere un massimo di 1000 indirizzi, oltre a quelli memorizzabili sulla SIM; ogni contatto può avere più numeri telefonici (a scelta fra casa, ufficio o altro). Non troviamo la completezza di dettagli di applicazioni similu su un dispositivo Windows Mobile. Il programma di gestione della rubrica sorprende invece quando si ruota di 90 gradi ilò Cookie: in un attimo il programma  passa alla modalità landscape.

La sezione Giochi ha un nome chiaramente sbagliato (sarebbe stato più corretto chiamarla Multimedia). Vi troviamo otto applicazioni: Galleria (per l’accesso rapido alle immagini), Personale (una sorta di file explorer, rudimentale, ma efficace), Fotocamera (per scattare foto), Videocamera (per la gestione dei filmati), Muvee Studio (per la creazione di slide show con effetti animati), Musica (una specia di player audio con un’interfaccia molto simile ma quella presente dell’iPod di Apple), Radio FM e, finalmente, Giochi. Grazie alla schedina microSD da 16 GB abbiamo trasformato il Cookie in un lettore MP3 portatile, in grado di garantire ore di musica; se questo non basta, à sufficiente attivare la radio FM, dotata di comandi di grandi dimensioni sul display. Minori soddisfazioni si hanno dalla fotocamera (buona per riprendere  paesaggi e viste di insieme, meno efficace per i dettagli) e dalla riproduzione di video (abbiamo convertito un filmati in MPEG4 – il formato leggibile dal Cookie – ma per avere una visione senza scatti è necessario ridurre il frame rate a 12 fps). I giochi sono decisamente simpatici, in particolare Pipe; è inoltre possibile acquistarne altri direttamente via web.

Anche per la sezione Utilità il nome non rende giustizia al contenuto. Troviamo un browser web (rudimentale, ma efficace), una agenda (con gestione delle attività), una sveglia, un registratore, un programmino per disegnare, una serie di accessori (calcolatrice, covertitore fra unità di misura, gestione dei fusi orari e cronometro) e una utility per l’accesso ai contatti presenti sulla SIM.

La sezione Impostazioni ha, finalmente, il nome corretto. Consente di impostare le principali funzioni del Cookie (telefono, Bluetooth, connessione a Internet ecc.). Abbiamo provato a collegare un aurticolare Bluetooth o a scambiare via Bluetooth i contatti presenti in agenda con un altro smartphone, senza alcun particolare problema. Anche la connessione da PC (usando il Cookie come modem) non crea problemi, se si ecccettua il fatto che ovviamente, mancando la connettività 3G, non bisogna accedere a siti troppo ricchi di grafica. Il Cookie può funzionare anche come chiavetta USB per il computer. In questo caso, però vengono disabilitate tutte le funzioni di accesso al telefonino e agli applicativi.

Leggendo qua e là, abbiamo trovatoi giudizi negativi sulla batteria: in effetti i 900 mAh della batteria non sono molti; però il fatto di non avere connettività 3G significa anche consumi ridotti in stand-by o durante le telefonate. In ogni caso è evidente che il Cookie, come qualunque smartphone dotato di display grande, richiede ricariche frequenti. Da notare che la ricarica può avvenire anche tramite il cavo USB collegato al computer.

 

LG Cookie, smartphone leggero e essenziale

0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook e leggere i nostri articoli via RSS.

Autore

guidobo


0 commenti



Sii il primo a commentare!


Rispondi!

Connect with Facebook

(richiesto)