per Android, iPhone, WPhone

 

MEDC 2006 a Nizza: le novità di Windows Mobile

Postato 12 Giugno 2006 da Guido in Le Recensioni

Speciale SoloPalmari 

MEDC 2006, l’evento per i programmatori europei di Windows Mobile

Image

Introduzione
Si è svolta dal 6 all’8 giugno a Nizza l’edizione europea della Mobile and Embedded Developer Conference, l’evento che Microsoft dedica agli sviluppatori di software per dispositivi mobili. Si tratta della versione europea dell’evento che si è tenuto circa un mese fa a Las Vegas, replicato successivamente in Australia e in Giappone.
 
Va detto, innanzitutto, che questo tipo di conferenze non presenta grosse novità su hardware o applicativi consumer. E’ piuttosto un momento “tecnico”, in alcuni casi di alto livello, in cui gli sviluppatori incontrano direttamente le persone che in Microsoft si occupano della crescita del sistema operativo. Non ci aspettavamo quindi grosse sorprese, quanto piuttosto la possibilità di parlare con esperti, di sperimentare applicazioni avanzate, e di capire che cosa accade nel mondo di Windows Mobile. Vediamo cosa è successo.

align=”center”>

Cominciamo con la keynote presentation di Todd Warren, vicepresidente di Microsoft e responsabile delle attività del settore ‘mobile’. Un crescendo di numeri impressionante sullo sviluppo di Windows CE, con alla base un obiettivo dichiaratamente ambizioso: semplificare ed arricchire la vita delle persone intorno al mondo della tecnologia, grazie a dispositivi di cui oggi sembra non potersi più fare a meno. In pratica si tratta di tutte quelle soluzioni che non sono i classici PC o notebook: dall’orologio con incorporato l’accesso al Web alle bilance elettroniche da negozio, dai Bancomat ai centralini, dai navigatori satellitari fino ai palmari e agli smartphone.

Oggi sono ormai più di 100 in tutto il mondo i diversi modelli di device basati su Windows Mobile; distribuiti in 55 paesi e realizzati da 47 diversi produttori. La tendenza alla crescita è impressionante e si è accentuata nel corso del 2005, anche a livello di sviluppatori,. con oltre 18.000 applicazioni e 1,3 milioni di copie di SDK (il tool di sviluppo) scaricate dal web. La roadmap di Windows Mobile è definita: la nuova versione è prevista per il 2007 (anche se nell’intervista rilasciata a SoloPalmari, Jason Langridge ci ha parlato di tempi possibilmente più corti)

 


 

Speciale SoloPalmari 

MEDC 2006, l’evento per i programmatori europei di Windows Mobile

Le sessioni tecniche
Esaurite le autocelebrazioni, seguiamo il pollice gigante all’ingresso, e passiamo a un riassunto di quanto emerso nel corso delle sessioni più propriamente tecniche.

Il programma era fitto di interventi: in contemporanea si avevano quattro sessioni diverse, nonchè un laboratorio informatico zeppo di computer e con lezioni a ripetizione.

Ogni lezione (HOL – Hands On Lab) era accompagnata da una dispensa, per seguire meglio quanto veniva spiegato dal docente e per un eventuale ripasso a casa.

Tra le presentazioni più interessanti evidenziamo quella di Jason Langridge, che ha dato una spiegazione sintetica ma efficace dell’email push, con dimostrazione di come un messaggio inviato da ovunque nel Mondo impiega circa 7 secondi ad arrivare sullo smartphone. In questo modo chiunque può ricevere pressochè istantamenamente un documento. Il commento di Jason è stato “Se siete una di quelle persone che deve ricevere un’email in un tempo inferiore a 7 secondi, probabilmente è meglio che non stacchiate il sedere dalla poltrona del vostro ufficio, invece che andare in giro con uno smartphone”.

align=”center”>

Per chi era stufo delle sessioni tecniche, era stata attrezzata un’area con sei XBox. Un momento di relax prima di rituffarsi nei codici, nelle chiamate alle funzioni e negli “statement SQL”.

 

 

 


 

Speciale SoloPalmari

MEDC 2006, l’evento per i programmatori europei di Windows Mobile

Gli stand
Oltre alle presentazioni e alle lezioni, era disponibile anche un’area espositiva, non grande ma densa di piccoli stand dei protagonisti del settore ‘mobile’.

Resco è un nome noto a tutti gli utenti di Pocket PC. Produce “Resco Explorer”, un vero best-seller, e molti altri programmi di qualità. A Nizza era presentato il Mobile Forms Toolkit, una serie di routine da utilizzare nello sviluppo di programmi per la gestione di menu, tabelle, calendario e annotazioni. Chi voglia approfondire può riferisi al sito ufficiale Resco.

La polacca Logotec ha presentato Mobile Connector Professional, uno strumento per sviluppare rapidamente programmi che richiedono l’accesso a un database SQL. La facilità d’uso è impressionante: tutto il codice (interfaccia, query SQL, ecc.) viene scritto in modo interattivo, andando a selezionare direttamente nel database i campi che interessano.

align=”center”>

La inglese Integral Mobile Data ha ugualmente uno strumento RAD (Rapid Application Development), denominato mForms. Consente di sviluppare applicazioni in modo interattivo, con in più il vantaggio di poterle distribuire su un grande numero di piattaforme: Windows CE, Windows XP Tablet, Blackberry.

Lo stand di Direct Insight era invece desolatamente vuoto: il corriere aveva perso il materiale da esporre durante il trasporto. Che sia la volta buona di passare alla gestione automatizzata su PDA?

 


 

Speciale SoloPalmari

MEDC 2006, l’evento per i programmatori europei di Windows Mobile

I dispositivi
Abbiamo evidenziato come nella manifestazione, dai connotati fortemente tecnici, c’era ben poco spazio per i nuovi dispositivi. Ecco alcuni di quelli che abbiamo visto (o rivisto, perchè già incontrati in altri eventi).

È il caso di questi due smartphone della cinese TechFaithWireless. Il modello di destra ha una tastiera straordinariamente simile a quella del Motorola RAZR: in effetti è stata realizzata inizialmente proprio da TechFaithWireless e poi ceduta al brand statunitense.

Il modello di sinistra ha, sul retro, una piccola gemma: una fotocamera da 4 megapixel (sì, avete letto bene: quattro megapixel) con autofocus. Nessuna informazione, al momento, sulla disponibilità in Europa.

Il motorola Q faceva bella mostra di sé: leggero, schermo nitido, tastiera estesa. Entrerà sicuramente in competizione con modelli analoghi di Palm e HP, oltre che con il Nokia E61.

align=”center”>

Questo modello di Samsung (SGH-i320) è un vero dispositivo multimediale: completamente nero, incredibilmente leggero, consente di visualizzare nitidamente i filmati sul piccolo display in formato landscape. Peccato che lo smartphone abbia una tastiera così piccola e fitta.

Il telefono di Virgin consente di vedere la televisione, attivando la modalità landscape e premendo il relativo tasto dedicato. Purtroppo la compatibilità col servizio è disponibile, per ora, soltanto nel Regno Unito.

La olandese HandHeld Products confeziona una serie di dispositivi di tipo ‘rugged’, cioè adatti ad un uso industriale. Il modello qui sotto, della serie Dolphin, è dotato di una fotocamera da 4 Mpixel che fa da lettore di codici a barre. Basta avvicinarlo al codice, premere il tasto Scan, e in un istante le informazioni vengono decifrate e conservate. Ne è prevista anche una versione con impugnatura a pistola, per coloro che passano tutta la giornata a scannerizzare codici a barre (alla cassa di un supermercato, ad esempio).


Speciale SoloPalmari

MEDC 2006, l’evento per i programmatori europei di Windows Mobile

Divertiamoci un po’
In mezzo a tanta serietà tecnologica, un paio di momenti di puro divertimento. Innanzitutto la guerra dei SumoRobot. E’ una competizione vera: ogni squadra è composta da 4 giocatori, e in palio ci sono quattro smartphone i-mate (sponsor dell’evento). Ad ogni squadra, durante il primo giorno della manifestazione, era stato assegnato un kit comprendente il robot (dotato di ruote e di sensori che consentono di individuare l’avversario o inviduare il bordino bianco che indica la fine dell’area di gioco), e il tool di programmazione. Gli sviluppatori hanno avuto due giorni di tempo per mettere a punto questi piccoli e sofisticati giocattoli. Il primo passo era stato un “HOL”, finalizzato ad acquisire i rudimenti su sensori e controlli.

Al terzo giorno la sfida comincia, non senza aver prima effettuato la misurazione di ogni robot, per evitare manipolazioni. Righello alla mano, si verificano i millimetri.

Ogni contendente mette il proprio robot sul piano di gioco: tre secondi per accendere l’interruttore di avvio, cinque per guardarsi negli occhi (pardon, nei sensori), quindi il combattimento. Vince il primo che mette l’altro fuori dal ring. Si continua per un’oretta, con eliminazioni a raffica.

align=”center”>

Divertente è anche WiMoBot. E’ un simpatico modo di sperimentare Windows Mobile. Il dispositivo porta in giro uno smartphone, da cui viene comandato a puntino mediante connessione Bluetooth.

Lo smartphone a sua volta è collegato a un palmare via  wi-fi, che funge da telecomando. Lo smartphone può inviare al PDA le immagini riprese dalla propria fotocamera, può spostarsi, può ballare e presto potrà anche obbedire a comandi vocali. Date un’occhiata al filmato di Solopalmari.com e a WiMoBot.com, il sito con cui ne viene divulgato lo stato di sviluppo.


Speciale SoloPalmari

MEDC 2006, l’evento per i programmatori europei di Windows Mobile

Il video della sfida

Nel filmato che segue alcune delle fasi salienti della gara tra i robot Windows Mobile. Interessanti alcune tattiche adottate dai concorrenti.

{revver}1364064{/revver}
align=”center”>
{revver}1364060{/revver}

In questa immagine, la fase delle premiazioni.


Speciale SoloPalmari

MEDC 2006, l’evento per i programmatori europei di Windows Mobile

Conclusioni
Dai 3 giorni di MEDC possiamo trarre alcuni sintetici spunti di riflessione. Innanzitutto Windows Mobile è, manco a dirlo, in fase di forte crescita, guidata soprattutto dagli smartphone e non piuttosto dai palmari tradizionali (non si vedono grosse novità in questo campo). Le tipologie di modelli e di applicazioni sono estremamente numerose: dai dispositivi per uso industriale agli smartphone avanzati, passando per una serie infinita di variazioni su display, sistemi di gestione dell’interfaccia utente, dimensioni, posibilità di connessione.

Fino a qualche anno fa Windows Mobile era pressoché monolitico, ed era difficile trovare reali diferenze fra i vari device: risoluzione 320 x 240, interfaccia IRDA, slot di espansione CF o SD, e poco più. Oggi abbiamo una infinita gamma di possibilità, a partire dallo screen, passando per le connessioni (Bluetooth e WiFi), fino ad arrivare al sistema di scrittura (tastiera o stilo). Insomma, una frammentazione della piattaforma che è sintomo di una crescita di interesse da parte dei produttori, ma che potenzialmente può creare problemi agli sviluppatori.

Il PDA viene sempre più considerato come uno strumento di accesso al database aziendale, per la consultazione o l’aggiornamento di dati. Le applicazioni sono infinite (ovviamente al MEDC si è enfatizzato il ruolo di SQL Server), considerata anche la possibilità di utilizzare la connessione GPRS o UMTS.

align=”center”>

Resta da capire quale sarà il futuro di Windows Mobile nel corso dei prossimi anni. Il primo dato che emerge è che Windows CE 6 (su cui la prossima release di Windows Mobile sarà basata) è molto più potente della precedente. Consentirà di gestire più processi e di assegnare ad ognuno di essi più memoria. Sicuramente le prossime unità potranno svolgere compiti avanzati rispetto a quelli possibili con il kernel attuale. Il livello di complessità e gli ambiti di applicazione saranno limitati solo dalla fantasia (o dagli interessi commerciali, ma di certo non da problemi legati alla scarsità di memoria indirizzabile). Potremo forse avere dei veri e propri mini PC, ultra tascabili, che diventeranno il nostro diario viaggiante, il telefono e, all’occorrenza, un potente elaboratore elettronico.

Ma per sapere come andranno realmente le cose ci vorrà ancora tempo. Voi, per intanto, non avete che da restare sintonizzati su Solopalmari.com.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Guido

Appassionato di tecnologia e smartphone.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi