per Android, iPhone, WPhone

 

Microsoft My Phone: il tutorial. Di SoloPalmari.

Postato 25 febbraio 2009 da Gti in Le Recensioni
 
Quest’ultimo di Microsoft, presentato in occasione del recente Mobile World Congress 2009, è uno di quei servizi di cui su Windows Mobile si sentiva proprio la mancanza: una sorta di “mirror” online del proprio smartphone, che non solo si proponga come sistema di backup degli elementi essenziali del dispositivo tascabile, ma anche (e forse soprattutto) come uno strumento per la consultazione remota e più agevole degli stessi contenuti, in qualunque circostanza sia disponibile un accesso ad Internet. Un esempio è dato dalle fotografie scattate con il device: grazie a My Phone potremo sfogliarle da casa, selezionare e conservare quelle ben riuscite, eliminare le immagini sgradite.
Vediamo in dettaglio cosa è possibile trasferire, manualmente o automaticamente a scadenze programmate, dal terminale al server reso disponibile da quelli di Redmond, e viceversa:
  • Contatti
  • Calendario
  • Attività
  • SMS
  • Foto
  • Video
  • Musica
  • Documenti


Il servizio è ancora in fase di beta testing, e qualche limite (non molti, per la verità) forse proprio per questo sembra ancora presentarlo. Uno di natura strutturale balza subito all’occhio: non è possibile sincronizzare il PIM (Contatti, Calendario ed Attività) in presenza di un preesistente profilo Exchange Server impostato nell’ActiveSync dello smartphone. Pazienza: se proprio dovessimo sentirne il bisogno, è sufficiente disattivare quest’ultimo temporaneamente, per poter procedere ad uno scambio dati tra Outlook Mobile e My Phone.
align=”center”>

Le gioie arrivano invece con le opzioni di sincronizzazione ulteriori, per le quali fino ad oggi non esisteva una soluzione gratuita, automatica, omnicomprensiva ed immediata, che si offrisse come alternativa “remota” del servizio locale da sempre fornito con il conduit di Windows Mobile installato su PC.
Risulta particolarmente utile, proseguendo con gli esempi, la catalogazione degli SMS, dei documenti, delle immagini e di altri contenuti multimediali, che possono essere gestiti tramite mouse e tastiera e dunque più agevolmente selezionati, sfoltiti, classificati. Ed eventualmente scaricati sul computer anche laddove non si disponga di una connessione diretta tra il device ed il PC, via USB o Bluetooth.

Importante è anche la funzione di ricerca, che almeno per ora offre però soltanto il metodo “OR” e non quello “AND” (indispensabile nelle elaborazioni avanzate). In soldoni, alla presenza di un gran numero di SMS risulterà per niente proibitivo trovare un messaggio di testo contenente la parola “ruspante”, non particolarmente frequente nel linguaggio comune, mentre è impensabile utilizzare a mo’ di chiavi termini come “ciao”, e tanto meno frasi complesse.

align=”center”>

Intelligente la presenza di un “cestino”, disponibile per tutte le voci, grazie al quale è possibile eliminare definitivamente gli elementi cancellati, oppure ripristinarli sul server remoto per ritrovarseli poi, alla successiva sincronizzazione, nuovamente sul terminale.
Sospetta l’esistenza, ma non ce ne facciamo certo un cruccio visto che su Outlook per PC bisogna rivolgersi a soluzioni di terze parti per implementarne la funzione, della voce di menu “Trova duplicati“: siamo portati a pensare che la possibilità di sincronizzare più di un dispositivo con lo stesso contenitore online non sia del tutto priva di controindicazioni. L’uso quotidiano e protratto ci consentirà di valutare quanto il dubbio sia fondato.
Detto questo, vediamo passo per passo come attivare, configurare ed usare Microsoft My Phone.

 
Per prima cosa è necessario accedere al servizio online dal computer: puntiamo il browser su http://myphone.microsoft.com. Arrivati nella pagina principale effettuiamo il login con il nostro Windows Live ID (in assenza creiamone uno). Al primo accesso ci verrà chiesto di scaricare il client per Windows Mobile Standard (smartphone) o Professional (PDA phone con touchscreen). Procediamo e, se lo desideriamo, facciamoci inviare automaticamente sul dispositivo, tramite un SMS, il link per il download del programma.

 

align=”center”>

 
Se tutto sarà andato per il verso giusto un popup, sempre sul PC, ci avvertirà del buon esito dell’operazione. Chi non desideri ricevere l’SMS, può effettuare il download diretto del client My Phone raggiungendo l’indirizzo http://myphone.microsoft.com/install attraverso il browser Web del dispositivo tascabile.

Passiamo allo smartphone ed apriamo il messaggio di testo (è sufficiente qualche secondo per riceverlo). Tappiamo quindi sul link fornito.

Si aprirà automaticamente il browser tascabile all’indirizzo desiderato, dal quale con un altro tap sulla voce Scarica il file di installazione possiamo procedere al download dell’applicativo.


Autorizziamo la procedura selezionando la voce in basso . È preferibile, visto il peso di 560 Kb del file CAB, di avviare il download in presenza di una connessione dati flat/semi-flat, o dopo aver collegato il device al computer per sfruttarne l’eventuale accesso ad Internet.

La finestra successiva a quella di download ci chiederà l’autorizzazione per installare il client: rispondiamo , ed eventualmente selezioniamo la scheda di memoria come destinazione.

 

align=”center”>

Il buon esito della procedura di installazione viene confermato dalla schermata conclusiva; tappiamo infine su OK.

Passiamo alla cartella degli applicativi installati selezionando (dalla schermata Today in Windows Mobile Standard) Start Menu/Programmi, e lanciamo l’applicazione Microsoft My Phone con un tap.

L’attivazione del servizio comincia con una descrizione sommaria delle funzioni; andiamo Avanti.

Selezioniamo Accetto (a meno che non si abbia qualcosa in contrario) in basso a destra.


Forniamo, questa volta sul client, le credenziali Windows Live ID. Al termine tappiamo su Accedi.

Effettuato il login, nella finestra successiva potremo settare alcune opzioni. Noi, che siamo in possesso di una connessione flat (e siamo dunque coperti da imprevisti in bolletta) abbiamo scelto la sincronizzazione automatica. Al termine andiamo Avanti.

 

align=”center”>

Una nuova finestra ci consentirà di selezionare i servizi da attivare. Tappiamo le voci di nostro interesse ed andiamo ancora Avanti.

È quasi tutto pronto: un ultimo tap, nella procedura guidata, sul menu in basso a destra Fine.

Ora possiamo decidere se effettuare o meno la prima sincronizzazione. Se siamo favorevoli tappiamo su su Sincronizza (ricordiamo ancora una volta di procedere solo in presenza di una connessione non eccessivamente dispendiosa).

Avviato lo scambio dati con il server remoto, una finestra di notifica del download ci informa della possibilità di utilizzare normalmente il nostro dispositivo mentre la procedura è in corso.


Terminata la sincronizzazione abbiamo la possibilità di intervenire ulteriormente nei settaggi. Se è questa la nostra intenzione approfittiamo della voce, in basso a destra, Menu/Opzioni.

Fra le alternative, nel caso avessimo optato per la sincronizzazione automatica, c’è la frequenza settimanale, che ci consente di indicare anche un giorno prestabilito.

 

align=”center”>
 
Torniamo al computer e di qui rientriamo nella pagina principale di Microsoft My Phone. Cliccando sulla voce a sinistra Telefoni connessi avremo una prima dimostrazione dell’avvenuto scambio dati fra server remoto e terminale tascabile. A destra le caratteristiche di sistema del device; a centro pagina informazioni relative all’ultima sincronizzazione.

Un’ultima nota per chi si accinge ad attivare ed usare Microsoft My Phone: essendo in fase di beta testing, l’attivazione dell’account Windows Live ID per il servizio non è scontata. Ci si può mettere in “lista d’attesa”: quest’ultima non dovrebbe durare più di qualche giorno.

Fonte: SoloPalmari.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi