per Android, iPhone, WPhone

 

MyNav Mountain: la montagna in tasca. Recensione, in esclusiva.

Postato 12 luglio 2006 da Gti in Le Recensioni

MyNav Mountain: l’integrazione tra navigazione outdoor e navigazione stradale (pag. 1)

Recensione SoloPalmari – Esclusiva

Image

MyNav Mountain

– Introduzione

Concepire, progettare e realizzare un navigatore completo come “MyNav Mountain” non è facile, ed è pertanto impossibile restituirne un giudizio che sia sintetico e al tempo stesso completo (per intenderci: il manuale d’uso PDF, con tutti gli screenshot, consta di ben 48 pagine).
Per questo motivo preferisco raccontare del suo utilizzo in condizioni reali, avvalendomi della mia esperienza di montagna, piuttosto che soffermarmi lungamente sulle caratteristiche tecniche.

Click per ingrandire

Durante le escursioni perciò mi sono fatto costantemente delle domande: dove sono? … in quale direzione mi sto dirigendo? … come potrei cambiare il mio tragitto? … dove potrei ripararmi qualora piovesse o trovare rifugio per la notte in caso di necessità ? Ai quesiti che mi sono posto, camminando in solitario con “MyNav Mountain” attraverso stupende cime italiane, ho preteso dall’applicativo altrettante risposte. Ebbene, dal confronto è venuto fuori un risultato di  “parità”. Anzi: per essere sinceri, dovrei ammettere che ha vinto “MyNav Mountain”, perché è stato capace di fornirmi molte più indicazioni del necessario o di quanto mi aspettassi. Ma andiamo per ordine.

– Descrizione del prodotto

“MyNav Mountain” ci è stato fornito in versione SD precaricata: inserendola nel palmare l’installazione è avvenuta spontaneamente ed in pochi secondi. Il software utilizzato per i nostri test, “MyNav Mountain 3.1.0.1 Beta”, è una anticipazione della release definitiva attualmente disponibile di “DOLOMITI”, che contiene due aree escursionistico-geografiche ideali: Dolomiti e Carniche.
E’ altresì compresa tutta la viabilità delle regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto.

align=”center”>

Nella nostra confezione, comprendente “solo software”, abbiamo trovato:
– SD precaricata,
– CD-ROM per il ripristino,
– Manuale di istruzioni (presente anche in formato PDF nel CD-ROM),
– Coupon con descrizione della cartografia acquistata,
– Licenza per il software.

Attualmente le release software disponibili per l’acquisto sono:
– Solo software su CD al prezzo di 249 € (199 € in promo estate),
– Software con SD da 512 Mb al prezzo di 299 € (229 € in promo estate),
– Software e GPS 299 € in promo estate con Fortuna Slim
(su richiesta inoltre i GPS Pretec e Navibe)

Le versioni in bundle con palmare con o senza ricevitore integrato (3 esempi) sono:
– MIO P350 Cartografia Italia + Mre al prezzo di 399 €
– ETEN G500 Cartografia Italia + Mre al prezzo di 699 €
– Fujitsu Siemens N520 + Cartografia Montagna al prezzo di 679 € (599 € in promo)

Per la nostra prova abbiamo scelto la versione software, utilizzando un “classico” dell’affidabilità: il Pocket Loox 720 di Fujitsu Siemens. Per la funzione di “GPS Receiver” abbiamo scelto BT338 di Globalsat.

{mospagebreak heading=- Introduzione, caratteristiche &title=- Navigazione stradale}

MyNav Mountain: l’integrazione tra navigazione outdoor e navigazione stradale (pag. 2)

Recensione SoloPalmari – Esclusiva

La navigazione stradale

Per poter apprezzare al meglio le funzionalità di ” MyNav Mountain” è opportuno conoscerne i pulsanti virtuali a disposizione. Li scorreremo uno ad uno, non senza aver dato prima uno sguardo al panorama che presto raggiungeremo.

Click per ingrandire

Partendo da sinistra (ore 20): 1)icona della prossima manovra: rotatoria 2°uscita, 2)prossima manovra e metri rimanenti, 3) rappresentazione dell’avvicinamento (tacche verdi), 4)home, 5)limita area e zoom, 6)centratura della freccia, 7)menù destinazione, 8)menù funzioni e preferenze, 9)rimuovi i pulsanti dallo schermo, 10-11)zoom in-out, 12)modalità visualizzazione 3D/2D, 13)info dettagliate di tutte le manovre del percorso, 14)zoom del percorso completo, 15)livelli di zoom predefiniti, 16)direzione rispetto al nord, 17)altitudine, 18)registrazione traccia, 19)segnale GPS.

La figura a destra rappresenta un esempio di percorso stradale durante la navigazione assistita.

align=”center”>

Durante l’escursione mi sono affidato “MyNav Mountain” per l’avvicinamento in automobile, lasciandomi guidare “on the road” per i primi 130 km, e permettendogli di condurmi nel luogo più idoneo a parcheggiare. Da lì ho quindi raggiunto alcuni miei punti “Preferiti”, conquistabili rigorosamente a piedi, in un bosco dove di consueto raccolgo funghi. Per utilizzare “MyNav Mountain” non è dunque necessario distinguere la navigazione stradale da quella escursionistica: la “cartografia digitale” sulla quale è poggiato copre indistintamente tutti i punti geografici. Alcune zone, ad esempio in pianura, sono rappresentate dal reticolo di strade e dai PDI classici; ma non appena si giunge nella bassa Carnia iniziano le rappresentazioni complete, sia per quanto concerne la piacevole morfologia virtuale, sia per le tracce interessanti o contrassegnate: quote, sentieri, laghi, torrenti, piste da sci che durante l’estate si trasformano in sentieri CAI, anelli di fondo, biglietterie dello SkiPass, rifugi, baite e così via. Particolare nota di merito voglio riconoscere al navigatore: si possono definire i percorsi con tappe intermedie, salvarli e costruirsi un database di Percorsi Preferiti.

{mospagebreak title=- Navigazione outdoor}

La navigazione outdoor

Dopo aver parcheggiato il veicolo al bordo della strada, è sopraggiunta immediatamente la curiosità di vedere come la freccia abbandonasse la via bianca per guidarmi nel bosco fitto, e così è stato: senza esitazioni, dopo appena quattro/cinque passi di marcia in senso lineare, “MyNav Mountain” mi ha indicato l’esatta direzione del cammino. Ovviamente, utilizzando il GPS, sappiamo che la direzione indicata dalla freccia è attendibile solo quando si è in movimento; ed è proprio in questa occasione che, alla velocità di 2-3 km/h, “MyNav Mountain” si è dimostrato un fedelissimo interprete del segnale.

Da questo momento in poi l’escursione è diventata un bellissimo gioco di geocatching: ho raggiunto obiettivi noti inseguendo rotte dapprima virtuali e poi reali, ho tracciato segmenti tra vari punti della mappa (toccandoli in sequenza con il pennino) per ricavarne le distanze e decidendo di “tagliare” un tornante del sentiero. Al termine ho sperimentato il percorso per fare il ritorno ottimale. Durante l’escursione ho interrogato costantemente il database per individuare le cime, i corsi d’acqua e calcolare la vicinanza dei rifugi e ricoveri. Per ognuno dei PDI mi è stato possibile ottenerne le informazioni più importanti tappando sullo screen e accedendo al “menù rapido” delle funzioni disponibili.

align=”center”>

Durante l’escursione ho utilizzato una funzionale custodia, personalizzata “MyNav” e dotata di cinghia, che mi ha consentito di portare le apparecchiature attorno al collo: nella custodia, che ha ovviamente la “parte screen” morbida, trasparente e tappabile, ho alloggiato sia il Pocket Loox 720 sia il ricevitore Globalsat BT338, custodito in una comodissima tasca.

{mospagebreak title=- Giudizio complessivo}

Giudizio complessivo

“My Nav Mountain” si è dimostrato parco nei consumi, molto di più di un navigatore con mappe raster (JPG, GIF) che già utilizzo; mi sono concesso perciò le uscite con “tutto acceso” per 5/6 ore consecutive, evitando di dovermi preoccupare per l’autonomia.

Click per ingrandire

Dal giorno dell’installazione fino al momento in cui redigo questo articolo, quindi anche durante le escursioni, “MyNav Mountain 3.1.0.1 Beta” non ha mai provocato errori di sistema. L’accoppiamento bluetooth è stato praticamente immediato. In caso di particolari configurazioni dello stack BT, l’assistenza telefonica di “MyNav Mountain” fornisce supporto fornendo le indicazioni (eventualmente) necessarie a configurazioni specifiche per il palmare utilizzato.

align=”center”>

La cartografia è senza dubbio eccellente, dunque il software mantiene le promesse. La GUI (interfaccia utente) del software è progettata in modo tale da permettere il dialogo con le dita ed eliminando, di fatto, l’utilizzo del pennino: i tasti virtuali sono ampi, le indicazioni evidenti, i “percorsi logici” ineccepibili. Questi sono a mio avviso gli aspetti più divertenti e soddisfacenti: l’immediatezza con cui si raggiunge la strumentazione sospesa al collo, e la velocità con cui si accede, “a pieni pollici”, ai pulsanti di “MyNav Mountain”. Per il mio personale utilizzo, vista anche la copertura della regione attigua a quella ove risiedo e per la buona presenza di PDI, “MyNav Mountain” sostituisce egregiamente un qualsiasi altro navigatore “urbano” dedicato.

– Utilità e ringraziamenti

È possibile scaricare il manuale in formato PDF direttamente dal server di SoloPalmari.

Il sito di riferimento MyNav: www.mynav.it

In vendita, con offerta speciale ad Euro 179, presso www.pocketland.it .

La progettazione e la distribuzione
di MyNav sono a cura di:
GIOVE S.r.l. – Via E. Reginato, 87
31100 Treviso – Italy
Tel. +39 0422 435959
Fax. +39 0422 435856
info@mynav.it

Si ringrazia l’azienda produttrice di MyNav per aver reso disponibile l’applicativo oggetto della recensione.

1.00 avg. rating (54% score) – 1 vote

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi