per Android, iPhone, WPhone

 

Navicore e E61: un GPS per lo smartphone di Nokia

Postato 4 agosto 2006 da in Le Recensioni

Image

Recensione SoloPalmari (pagina I)

Navicore – il GPS per Nokia E61

Introduzione
Era strano che nessuno ci avesse ancora pensato. Il Nokia E61 è presente da qualche mese negli scaffali dei negozi, e ha avuto un discreto successo. E’ uno smartphone della qualità che contraddistingue i Nokia, ma anche un dispositivo avanzato che molto si avvicina alla categoria dei PDA: è in grado di navigare sul Web e di visualizzare con efficacia file Word, Excel, PDF. Quello che mancava, fino ad oggi, era un sistema di navigazione satellitare. Ci ha pensato Navicore, società finlandese di cui abbiamo parlato più volte in relazione agli applicativi GPS per Symbian serie 60.

Abbiamo davanti un software di qualità? E’ una buona scelta, o è da considerarsi soltanto l’unica tuttora disponibile? Per rispondere a queste domande abbiamo provato il programma in una serie di test su strada, sottoponendolo al più classico dei compiti, con l’obiettivo di verificarne l’effettivo comportamento in automobile: guidarci in percorsi cittadini ed extraurbani. Ecco come è andata.

Cosa c’è nella scatola – La versione di Navicore Personal in nostro possesso è quella 2006/1 per Symbian OS Series 60, l’ultima rilasciata. L’applicativo può essere acquistato anche su CD e, nella versione solo software, attraverso il download dal sito istituzionale dell’azienda produttrice.
La versione "confezionata" contiene tutto ciò che serve per iniziare a usare fin da subito il sistema:

  • Software e banche dati, su scheda miniSD da 512 Mbyte (con adattatore SD).
  • Ricevitore GPS Bluetooth SiRF Star III.
  • Presa accendisigari, per alimentare il ricevitore GPS e lo smartphone (alternativamente, o l’uno o l’altro), con un piccolo adattatore per la presa di corrente Nokia in formato slim (come presente sull’E61).
  • Laccetto con il logo di Navicore, per chi desidera usare il GPS a piedi.
  • Guida rapida di installazione (in inglese, italiano, spagnolo e portoghese).
  • Manuale di una ventina di pagine (nelle medesime 4 lingue).
  • CD-ROM contenente unicamente gli stessi manuali presenti in formato cartaceo .

Nella confezione non sono presenti supporti per auto.

align=”center”>

Installazione  – Il primo avvio del prodotto, autoinstallante, è di una semplicità rara. La cosa più impegnativa, in verità, è stata rimuovere lo sportellino dell’E61, sfilare la batteria, inserire la scheda miniSD e richiudere il tutto: l’operazione, per volontà dei progettisti dello smartphone, deve essere ripetuta ogni volta che nel device dobbiamo sostituire una memory card.

 

Richiuso il coperchio del vano batteria e riacceso il dispositivo avviamo il programma, richiamabile dal menu “Installazioni”. L’attivazione del software viene effettuata inserendo il codice presente sull’etichetta adesiva nel retro del manuale: parte immediatamente un SMS contenente una sequenza di caratteri verso la Navicore in Finlandia, la quale risponde con un SMS di verifica dopo pochi secondi. Esaurita questa fase, si inizia con la navigazione GPS.

{mospagebreak heading=- Confezione, installazione &title=- Ricevitore GPS, funzionamento}

Recensione SoloPalmari (pagina II)

Navicore – il GPS per Nokia E61

Il GPS – Si tratta di un classico ricevitore Globalsat Sirf STAR III a 20 canali, considerato fra i migliori in commercio. Ha una batteria ricaricabile da 1.650 mAh che, secondo le specifiche, garantisce 15 ore di funzionamento continuato. Ha un tempo di hot-start di 1 secondo; il "cold-start" dichiarato è di 42 secondi. Può essere ricaricato con gli alimentatori per cellulari Nokia.
Nella parte superiore della periferica troviamo tre indicatori luminosi, a segnalare l’attivazione o meno del collegamento Bluetooth, la presenza di segnale GPS (fixing) e il livello di carica della batteria.

Nella parte inferiore sono inseriti due gommini antiscivolo, per il posizionamento sul cruscotto dell’auto. Da rilevare l’insufficiente lunghezza del cavo di alimentazione: durante la ricarica della batteria siamo stati costretti ad avvicinarlo alla leva del cambio; fortunatamente l’ottima sensibilità dell’antenna ha consentito di conservare il fixing dei satelliti.
Il ricevitore si spegne automaticamente se, per dieci minuti consecutivi, non rileva collegamenti con altri dispositivi.

align=”center”>

Si parte – L’interazione con il programma è quella classica dei programmi Symbian: si utilizzano costantemente il joystick e il tasto funzione a sinistra, e solo di rado quello di destra (deputato per lo più ad uscire dal programma). Colleghiamo ricevitore GPS e smartphone e siamo pronti a partire. L’interfaccia utente è semplice e lineare, e gode di un buon supporto dei pulsanti hardware. L’aggiornamento dello schermo è rapido e scorrevole. Nel definire un tragitto possiamo scegliere una singola destinazione finale oppure un percorso a tappe.

 

La destinazione può essere:

  • uno specifico indirizzo, fino al livello di numero civico (non sempre disponibile, quest’ultimo, per tutte le vie);
  • una località, individuata come centro cittadino;
  • un punto di interesse;
  • un indirizzo memorizzato fra i preferiti;
  • un contatto in rubrica;
  • una coordinata geografica, in formato WGS84;
  • una destinazione raggiunta in precedenza.

La digitazione completa di un indirizzo è tutto sommato semplificata su un dispositivo come l’E61, che dispone di tastiera QWERTY estesa. È in ogni caso possibile inserire solo alcune lettere del nome della meta: il programma cerca nel database tutte le vie o le città che contengono il testo digitato e le presenta in successione.
Proprio nella fase di selezione di un indirizzo abbiamo individuato un potenziale problema nella ricerca. L’obiettivo della nostra navigazione era Piazza Vittorio Emanuele a Roma: in questa Italia "post-monarchica" è pieno di vie, viali, piazze o corsi che in qualche modo fanno riferimento al principe. Abbiamo così scoperto che, dopo aver selezionato Roma come destinazione, il programma filtrava non solo gli indirizzi della Capitale, ma anche quelli di tutte le città della provincia. Per contro Navicore è stato puntuale e inappuntabile nel condurci fino al numero civico.
Nota positiva: in funzione del mezzo utilizzato per gli spostamenti (in auto, in bici o a piedi) i percorsi possono tenere conto o meno di piste ciclabili, sensi unici, vicoli, e di altri informazioni che condizionano l’individuazione del tragitto migliore.

L’assistenza alla guida – Nella scelta dell’itinerario si può optare fra quello più rapido e quello più breve (non sempre la via più corta è la più veloce, come sa bene anche chi non usa sistemi GPS). Navicore avverte se la rotta prevede una strada a pedaggio, così da poter decidere se accettarla o meno.

 

Per la maggior parte del tempo Navicore mantiene un comportamento, per così dire, "riservato": si limita a disegnare il percorso, a fornire i dati sulla velocità, sul tempo previsto di arrivo e la distanza che ci separa dalla meta. Insomma, quasi ci si dimentica di avere un navigatore a bordo.

 E’ solo quando siamo in prossimità di un incrocio che compare, in alto a sinistra, l’indicazione della prossima svolta (e, subito sotto, di quella successiva).

Il ricalcolo dell’itinerario è rapido: in diverse ore di test non ha mai creato difficoltà. Durante la guida è possibile inserire blocchi stradali, laddove si incontrino, ottenendo così una immediata rielaborazione del percorso e le indicazioni per un tragitto alternativo.

 

Oltre ai messaggi a video, si hanno anche le indicazioni sonore, a scelta fra voce maschile e femminile (individuate come Dario e Marina, nel menu di configurazione). I suggerimenti vocali sono precisi e tempestivi, e segnalano anche con anticipo la necessità di accostarsi a destra o a sinistra alla presenza di uno svincolo. Esistono solo tre regolazioni (alto, medio e basso) del volume dell’audio, del tutto indipendenti dal sistema del Nokia E61. Avremmo preferito maggiori opzioni: a volte l’alto è "troppo alto", in altri casi il "medio" e insufficiente…

{mospagebreak heading=- Ricevitore GPS, funzionamento &title=- Visualizzazioni, Informazioni}

Recensione SoloPalmari (pagina III)

Navicore – il GPS per Nokia E61

Le visualizzazioni – L’interfaccia grafica offre tre modalità di visualizzazione: in due dimensioni, in tre dimensioni (o a "volo d’uccello") e di sicurezza. In quest’ultimo caso non viene rappresentata nessuna cartografia, ed il programma si limita a evidenziare alcune sintetiche informazioni, relative alla distanza mancante alla prossima svolta, alla velocità e al tempo previsto di arrivo.

 

Originale il grafico a barrette orizzontali, che rappresentano in modo davvero efficace l’avvicinarsi di una svolta cambiando colore gradualmente dal blu a verde. Nella visualizzazione di sicurezza avremmo preferito un carattere più grande.
 

Nella schermata in alto il percorso viene rappresentato per indicazioni testuali, relative a svolte e incroci.

Informazioni complementari – Navicore offre altre tre visualizzazioni di servizio: la bussola, il numero di satelliti disponibili e quelli di cui si è ottenuto il fixing, la posizione.

 

align=”center”>

 

 

 

Nella rappresentazione della cartografia è possibile selezionare la scala di grandezza.

{mospagebreak heading=- Visualizzazioni, Informazioni complementari &title=- POI, funzioni aggiuntive}

Recensione SoloPalmari (pagina IV)

Navicore – il GPS per Nokia E61

I punti di interesse – L’elenco dei punti di interesse presenti nel database del Navicore Personal 2006 è vastissimo, davvero "esaustivo".

 

Si può richiedere la visualizzazione dei POI durante la guida. Nella schermata che segue abbiamo riportato, a titolo di esempio, tutti gli alberghi segnalati in una zona del centro di Roma.

 

Funzioni aggiuntive – Rispetto alle normali funzioni che abbiamo in un pacchetto GPS, ne troviamo almeno un paio innovative. La prima è il comando “Parcheggio”, con cui si imposta la posizione in cui è lasciata l’automobile prima di procedere a piedi: è utile se vogliamo ritrovarla in una città che non conosciamo o in uno sterminato parcheggio all’aperto (non funziona, ovviamente, in un garage al coperto). La seconda feature consiste nella possibilità di inviare a uno o più destinatari, a intervalli regolari, la posizione in cui ci troviamo mediante SMS.

E’ inoltre possibile ricevere via GPRS indicazioni sul traffico, per potere modificare il percorso in presenza di eventuali blocchi stradali. Si tratta, purtroppo, di una funzione che in Italia non risulta attivata.

align=”center”>


Gli autovelox – Navicore possiede un database delle postazioni di controllo della velocità. Se si supera l’andatura consentita e ci si trova nei pressi di un Autovelox, il programma lo segnala con un beep e una icona a video. Peccato che sia impotente contro le postazioni mobili (soprattutto quella che ci siamo trovati davanti in superstrada mentre procedevamo, di poco, sopra il limite).

{mospagebreak heading=- Visualizzazioni, Informazioni complementari &title=- Giudizio complessivo}

Recensione SoloPalmari (pagina V)

Navicore – il GPS per Nokia E61

Giudizio finale – Il giudizio finale è relativo sia allo smartphone che al software. L’E61 si è comportato egregiamente: si apprezza lo schermo grande e la possibilità di utilizzo della tastiera. Proprio in funzione generoso display avremmo preferito l’utilizzo di icone, caratteri e numeri di maggiori dimensioni.

L’accoppiarta smartphone e software ha funzionato in modo altrettanto soddisfacente. Se, ad esempio, durante la navigazione arriva una telefonata, Navicore puntualmente si pone in attesa fino a che la conversazione non è finita, e solo allora riprende a fornire le indicazioni stradali.

Navicore Personal 2006 si è dimostrato robusto e di ottima qualità: è configurabile, di installazione immediata, veloce nelle visualizzazioni e nel ricalcolo degli itinerari, ed è dotato di una cartografia completa e dettagliata. Il supporto del ricevitore GPS, di efficienza sperimentata, contribuisce ulteriormente a rendere la navigazione assistita affidabile ed efficace.

align=”center”>

Per contro avremmo preferito maggiore configurabilità dell’interfaccia utente, così da renderla più generosa di indicazioni anche durante il tragitto in rettilineo e lontani da svolte e incroci. Sarebbe inoltre auspicabile una regolazione fine del volume per la guida vocale.
Fatta eccezione per questi dettagli, possiamo ritenere Navicore Personal 2006 senz’altro un prodotto consigliabile.

Pro

  • – Efficiente
  • – Stabile
  • – Ricco database cartografico
  • – POI e autovelox
  • – Calcolo e ricalcolo veloci
  • – Buona dotazione di opzioni

Contro

  • – Motore di ricerca indirizzi migliorabile
  • – Volume impostabile su tre paramtri prestabiliti

Si ringrazia Navicore per aver fornito il sample oggetto della recensione.



0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi