per Android, iPhone, WPhone

 

Navigare sul Web: dal 1 luglio spese sotto controllo

Postato 3 Marzo 2010 da Guido in News

L’Unione Europea invita i gestori telefonici a ridurre i costi di connessione Internet. Cosa cambierà dal 1/7/2010.

Un tale, residente in Germania, è andato in Francia in vacanza: per essersi collegato al Web tramite smartphone per assistere ad uno show televisivo trasmesso in streaming si è visto addebitare in bolletta la bellezza di 46.000 Euro. È andata un po’ meglio a quello studente britannico che, utilizzando il device in roaming per accedere ad Internet per un mese, ha dovuto sborsare circa 9.000 Euro al rientro in patria. Sono alcuni degli esempi adottati dall’Unione Europea per denunciare un sistema di costi di connessione libero da controlli e regole. Ma le cose dal primo luglio di quest’anno dovrebbero cambiare.

A partire da quella data, infatti, i clienti di qualunque carrier europeo potranno stabilire un tetto massimo di spesa mensile per il Web surfing praticato in roaming (ovvero con gestore diverso dal proprio, nel proprio paese come all’estero). In assenza di una comunicazione da parte dell’utente il limite sarà automaticamente fissato in 50 Euro.

Gli operatori saranno inoltre obbligati ad inviare un SMS quando viene superata la soglia dell’80% della spesa massima prevista, per poi interdire la connessione al raggiungimento del 100%. Questa ed altre soluzioni dovrebbero contribuire a contenere i costi di navigazione, riducendoli in media a circa 20 Euro ogni trenta giorni.

Fonte

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Guido

Appassionato di tecnologia e smartphone.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi