per Android, iPhone, WPhone

 

Recensione – Memory Benchmark test: 4 assi a confronto.

Postato 22 Agosto 2005 da Gti in Le Recensioni

Recensione SoloPalmari.com
Memory benchmark test: quattro assi a confronto.

Ricordo che, quando i palmari incominciarono ad essere implementati con le espansioni di memoria, le Compact Flash erano le uniche schede compatibili. Via via, partendo dalle Multimedia Card, passando per le Secure Digital, e finendo alle Mini Sd, la scena si è arricchita di soluzioni sempre nuove. Nel regime di forte concorrenza che si è venuto a creare in pochi anni questo mercato ha innescato meccanismi di rincorsa al progresso che, come per ogni settore dell’informatica, raramente trovano paragoni.

In specie, la rivalità fra le memory card ha trovato sfogo attraverso tre canali: la riduzione esasperata delle dimensioni (le Mini Sd sono una frazione delle Compact Flash, in termini di peso ed ingombro), l’aumento delle capacità, l’incremento della velocità di lettura e scrittura dei dati. Quest’ultimo aspetto dell’agone ha figliato di recente sigle come ‘Ultra’, ‘Ultra II’, ‘High Speed’ e via dicendo: ben lontane dal rappresentare oggettivi standard di misurazione, sono comunque rappresentative dell’incessante evoluzione in termini di prestazioni.

{loadposition gianni}

 

L’obbiettivo di questo test, chiariamo subito, non è quello di dimostrare o sfatare la veridicità di quelle codifiche e la corrispondenza con le effettive prestazioni: il campo di analisi si farebbe troppo vasto, e difficilmente il test potrebbe assurgere a verità ‘assolute’ per una molteplice serie di fattori (quale drive utilizzare per le misurazioni? Quale formattazione? Fat 16 o 32? E le specifiche per i ‘cluster’?). Noi punteremo invece ad una meta più vicina ma anche più concreta e produttiva per gli interessi dei consumatori, ovvero dei nostri, dei tuoi, e di tutti coloro che si prenderanno la briga di leggere questo articolo: cercare il miglior rapporto qualità/prezzo fra quattro schede, diverse per ‘portata’ e formato. Di queste, tre sono prodotte dalla Peak, una giovane e intraprendente azienda che ha saputo affermarsi sul mercato europeo grazie ad un’indovinata politica di distribuzione e di riduzione dei costi; la quarta appartiene alla ben più blasonata Trascend, proprietaria di una nuova tecnologia denominata Slc (Single Level Cell), potenzialmente capace di migliorare gli indici di velocità a parità di segmento.

align=”center”>

Giocoforza, quindi, l’analisi che dovremo affrontare per l’individuazione del miglior rapporto qualità/prezzo sarà duplice: l’indice delle prestazioni secondo un metro comune, ed il costo per Mb di ciascuna delle schede.
La sfida comincia, seguitela: riserverà non poche sorprese.

{mospagebreak heading=- Introduzione&title=- I concorrenti}

Le concorrenti in gara.
Rapidamente, nomi e cognomi dei protagonisti della partita.


Si parte dalla giocatrice più piccola, la minuscola MiniSd.
Marca: Peak.
Formato: MiniSd.
Capienza: 512Mb.
Prestazioni dichiarate: base.


E si procede per estremi.
Marca: Peak.
Formato: Compact Flash.
Capienza: 1Gb.
Prestazioni dichiarate: base.

align=”center”>


Quindi è la volta della preferita dai bookmaker, giocatrice favorita.
Marca: Trascend.
Formato: Secure Digital.
Capienza: 1Gb.
Prestazioni dichiarate: 80x (tecnologia Slc).


L’ultima a sedersi al tavolo verde è la più capiente.
Marca: Peak.
Formato: Secure Digital.
Capienza: 2Gb.
Prestazioni dichiarate: 120x

{mospagebreak title=- Diamo le carte}

Diamo le carte.
La sfida comincia. Il mazziere distribuisce le carte. Ed è subito il primo colpo di scena: i partecipanti decidono di puntare tutto sulla prima mano. Nessun appello, non una rivincita.
La posta in gioco: il trofeo di miglior giocatore di questo tavolo, quello della velocità complessiva nel leggere e amministrare le carte.


Non parte affatto in vantaggio, anzi: tutti la danno per spacciata. Motivo: appartiene ad una categoria minore. E’ come se in un incontro di box un peso piuma si opponesse ad un peso massimo. Ma per la MiniSd Peak da 512Mb è soprattutto questione di principio.
Risultato: onorevolissimo 145.6. Ben più veloce di molte Sd e Cf (50% in più, in teoria, rispetto alle Secure Digital ‘base’). In metà delle dimensioni.


Il secondo partecipante: molti fanno affidamento sul suo formato, il Compact Flash, per sperare in una vittoria a sorpresa. 1Gb, ad ogni modo, gli assicura a priori onore al merito.
Risultato: con il punteggio di 151.9 (una scala massima, al gioco del Poker) la Cf Peak da 1.024 Mb balza in testa.


E’ di mano la giocatrice regina dei pronostici. Spizzica le carte, guarda gli avversari dritto negli occhi, nessun gesto tradisce l’innata sicurezza che disegna i tratti del suo viso.
Risultato: è poker d’assi, con 167.1 punti. Il piatto è già nelle mani della Secure Digital Trascend 80x, da 1Gb, tecnologia Single Level Cell.

align=”center”>


L’outsider: con la sua stazza da 2Gb fa quasi paura a guardarla. Ma le carte sono senza peso, leggere e imprevedibili come il fato. Fissa il mazzo, poi il vuoto, l’emozione sembra emergere dal tamburellare delle dita sul tavolo da gioco. Gli occhi lucidi sembrerebbero preludere ad una resa. Invece, il trionfo.
Risultato: 200.5 punti per la maxi Secure Digital Peak, 120x. L’equivalente di una splendida scala reale. In un colpo solo tutto il piatto è il suo, e la gloria.

La classifica parziale.
Sconosciuta, da alcuni persino snobbata a favore delle ‘firme’ più diffuse, la Peak da 2Gb vince la prima sfida senza riserve. Pur non potendo vantare tecnologie esclusive e innovative (ma già qualcuno sospetta che l’azienda orientale sia riuscita in un esperimento segreto: mettere ‘in parallelo’ due card da 1Gb!), questa Secure Digital ha sbaragliato i concorrenti, raggiungendo un risultato che su palmare è sicuramente ai massimi livelli. Il beneficio in termini di velocità nello sfogliare le cartelle presenti sul supporto, nel trasferire i dati, nel rilasciare le informazioni al file system del Pda, è percepibile anche nell’uso quotidiano e senza far ricorso a benchmark. Ma il test necessitava di riferisi ad un metodo obbiettivo, e non a sensazioni.
A proposito di metodo, è giusto fare alcune precisazioni.
1) Ogni singolo supporto è stato preventivamente sottoposto a formattazione completa attraverso l’applicativo (versione demo) Pocket Mechanic, della Antontomov.
2) Prima di ogni test al palmare impiegato (manco a dirlo: Fsc LOOX 720) è stato praticato un soft reset.
Pocket Mechanic, l’applicativo usato per formattare le schede flash.
3) Le opzioni selezionate sul programma Pocket Mechanic sono le seguenti:
– Fat 16
– Cluster size 32k
– Backup Fat
– Quick format
– Reformat entire volume surface
4) La misurazione delle prestazioni è stata affidata a Spb Benchmark, ritenuto oramai uno standard nel settore.

{mospagebreak title=- I Risultati}

Il tabellone dei risultati. Parziali.
La sintesi della prima manche, immancabile chiosa ad una prima parte di gara eccitante ed imprevedibile, è rappresentata graficamente nella comparativa di Spb Benchmark, relativa alla voce ‘Integrated index’, ovvero la media fra tutti i punteggi ottenuti in lettura e scrittura.


La vittoria per la più capiente fra tutte le concorrenti è indiscutibile, come risulta dal ‘tabellone’ (verde, come i tavoli da gioco Cool ). Ma ad inizio di gara ci eravamo proposti un obbiettivo ben preciso: individuare il miglior rapporto qualità/prezzo, e non soltanto la più veloce fra le flash card. D’altra parte se non fosse stato questo il nostro proposito, ben poco senso avrebbe avuto mettere a confronto supporti di memoria di capacità e formato diversi.

Prezzo per Mb.
E allora vediamoli questi costi, nell’ordine della nuova classifica che va a delinearsi (i prezzi sono indicativi, individuati ‘a campione’ fra i listini degli abituali fornitori di unità in prova; SoloPalmari non è legata ad essi da rapporti di partnership, e parimenti non ha legami commerciali con le aziende produttrici delle schede presenti in questa comparativa).
Sd Peak 2Gb 120x = 141,60 Euro (Tiburcc.it).
Sd Trascend 1Gb 80x (Slc) = 90,00 Euro (Palmtop.it).
Cf Peak 1Gb  = 66,00 Euro (Tiburcc.it).
MiniSd Peak 512Mb (con adattatore) = 40,00 Euro (Tiburcc.it).


Il formato Compact Flash si conferma il più economico, nonostante i prezzi delle Secure Digital siano sempre più vicine ad insidiarne lo storico primato. Seguono a ruota la Sd da 2Gb, la MiniSd da 512Mb, la Sd Trascend.

align=”center”>

Conclusioni.
Tirare le somme, ed eleggere un vincitore assoluto sulla base della doppia comparativa, non è possibile. Soltanto il potenziale acquirente può, difatti, stabilire il parametro a cui affidare la mediazione fra capacità, dimensioni, economicità e prestazioni. Ad esempio, chi bada più alla tasca che non all’ingombro e alla velocità troverà nella Compact Flash (prima arrivata nell’ultima competizione) il prodotto più congeniale, anche perché supportata comunque da prestazioni di tutto rispetto. Chi invece preferisce affidarsi ad un brand noto e sperimentato, probabilmente sceglierà la Sd Trascend, perché veloce, dal prezzo per Mb molto alto ma dal costo complessivo abordabile. Chi possiede due device dotati di diversi slot di espansione, troverà nella MiniSd il suo eletto (piccole dimensioni, discreta capacità, prestazioni più che sufficienti, e un soddisfacente grado di convenienza economica, soprattutto se si considera la dotazione dell’adattatore Sd). Infine si rivolgerà alla Secure Digital Peak da 2Gb chi non bada a spese (pur contando sul buon prezzo al Mb) e vuole il massimo in termini di prestazioni, a fronte di un costo complessivo elevato.
In conclusione, è comunque nostro dovere dare merito a chi, fra i concorrenti, ha saputo raggiungere i migliori piazzamenti in entrambe le classifiche. Parliamo, è chiaro, della Peak da 2Gb, che sa cimentarsi con gran destrezza al Poker, ma è ben lontana dal poter essere considerata una dissipatrice di danaro. E rappresenta, non dimentichiamolo,  il gadget più recente sul mercato delle espansioni di memoria.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi