per Android, iPhone, WPhone

 

Softmaker Office: prova su strada

Postato 3 novembre 2008 da Guido in Le Recensioni


SoftMaker Office:
Recensione SoloPalmari

Click sull’immagine per accedere all’intero articolo

Perché usare un Office alternativo su Windows Mobile? I motivi sono molti. Il principale è che, lo diciamo nella speranza che nessuno debba offendersi, il pacchetto di produttività di ‘serie’ incluso in Windows Mobile 6 di Office ha solo il nome. I documenti, ad esempio, non mantengono la formattazione, non si visualizza l’intestazione, le immagini si intuiscono appena e, nell’ipotesi si pratichi una correzione ed il documento venga così restituito ad un collaboratore, la conseguente telefonata di proteste è certa. Non si possono inoltre creare o editare i Powerpoint e neppure aprire fogli Excel con password, come invece si usa fare in ambienti professionali. A tutto questo una soluzione c’è: SoftMaker Office.

Si pensi: persino questa prova è scritta tramite un HTC X7500 Advantage, così da valutare l’uso nella pratica. E qui è già possibile un primo commento: il correttore ortografico multilingue vale da solo il pacchetto. Per non parlare della possibilità di esportare in PDF di tutti i documenti Office, anche protetto dalle modifiche (peccato non poter visualizzare il contenuto generato con Acrobat Reader per pocket PC , ma soltanto su di un PC). Un solo difetto di base importante: non è supportato Office 2007 (la speranza è riposta nelle prossime release).



SoftMaker Office:
Recensione SoloPalmari

Installazione
L’installazione della versione commerciale si pratica facilmente, molto meglio che non nella trial release; con la demo è possibile effettuare solo cinque installazioni sullo stesso PC e, soprattutto, non è possibile portare Softmaker sul PDA partendo da un computer con Vista (problema davvero seccante, fortunatamente risolto nella release commerciale). Inoltre la versione di prova può essere installata solamente dal computer, mentre per quella commerciale è possibile scaricare i file .cab, da conservare magari nella scheda di memoria per non trovarsi nei guai in caso di hard reset.

L’applicativo occupa 59.3 Mbytes (ragionevolmente il suo posto è sulla scheda di espansione, e non nella memoria interna), e dispone di correttori ortografici (dizionari, a capo, ecc.) in moltissime lingue. Noi abbiamo usato l’Italiano, l’Inglese, lo Spagnolo, il Francese ed il Tedesco.

align=”center”>

Textmaker
Le caratteristiche tecniche si possono trovare a questo link.
Lo stile è di Office 2003: tante barre di strumenti, ed il manuale delle istruzioni diventa uno viatico indispensabile se si vogliono fare cose complesse (517 pagine, 2.2 Mb, in un PDF che si legge bene sul palmare e nel quale la ricerca funziona). Un inizio un po’ faticoso, dunque. Tra le opzioni la scelta della lingua del documento, la tastiera, lo stile delle barre degli strumenti .
Inserire un’immagine non è difficile, anche se, come spesso accade, bisogna entrare nella filosofia degli sviluppatori. Di seguito una schermata catturata mentre scrivevamo la prova, editata dal palmare.

Clicca sulla miniatura per la visualizzazione in full-screen

 

 Textmaker, la correzione ortografica ed il dizionario multilingue: da notare che i menu sono in Inglese perché abbiamo scelto questa lingua di installazione, ma il correttore è in Italiano

Abbiamo provato ad aprire vari documenti Word senza riscontrare evidenti problemi di compatibilità. La formattazione si conserva appieno, ma la limitata memoria del PDA diventa un problema in presenza di numerose immagini e soprattutto se si usa un dispositivo VGA. L’HTC X7500 (ATHENA), utilizzato per i test, richiede appunto il QUADRUPLO della memoria video di un dispositivo QVGA standard: può capitare di riscontrare errori per la RAM insufficiente. Poco male: disabilitate le immagini nell`anteprima, si continua a lavorare. Funzioni come il salvataggio automatico, la copia di backup e tutto quello che consente di lavorare con la sicurezza di non perdere i dati, c’è.

In conclusione un must-have per chi lavora con Word e si trova spesso lontano dal PC. Chi poi possiede un dispositivo tascabile con generoso display, come un HTC X7500 o X7510, magari accessoriato con mouse e tastiera, avrà come l’impressione di trovarsi proprio di fronte ad un computer. La memoria e, paradossalmente, le moltissime funzionalità (che costringono a studiare il manuale) sono gli unici limiti. La speranza è di poter essere accontentati a breve con l’introduzione della compatibilità con i formati office 2007.



SoftMaker Office:
Recensione SoloPalmari

Presentations
Le caratteristiche tecniche si possono trovare qui
E’ il “Powerpoint” della suite. Ricchissima la dotazione di opzioni: conviene iniziare, come in Textmaker, con le opzioni base. Il programma permette di creare ed editare i testi,  la grafica e le immagini (ed è l’unico pacchetto in commercio capace di fare questo) delle presentazioni .ppt.

Clicca sulla miniatura per la visualizzazione in full-screen

 

Una presentazione della Microsoft: per editarla bisogna disattivare le immagini. Il PowerPoint nativo di Windows Mobile 6 non riesce ad aprire lo stesso file!

Abbiamo gia parlato dei problemi di memoria con le immagini e naturalmente chi ne soffre di più e il programma di presentazione, particolarmente impegnato dalla grafica. Dimenticate di lavorare con presentazioni stracolme di foto: la lentezza vi costringerebbe a rinunciare. Il software però va benissimo per la correzione dell’ultimo minuto, per creare una presentazione semplice on the move, per spiegare un concetto attraverso una serie di slide. Per aprire un powerpoint di 47 slide, di cui oltre il 70% contengono immagini compresse a 96 DPI, in formato JPG, delle dimensioni complessive di 9 Mb, il programma impiega circa due minuti. Per esportarlo in PDF? In questo momento sono passati 10 minuti e siamo ancora a pagina 1…

Tempi operativi lunghi, dunque, ma il risultato viene comunque raggiunto, ed è questo quello che conta in molte situazioni. Creare lontano dal PC un file .ppt con 10 diapositive, ed inviarlo in formato PDF, è veramente un lusso per pochi.

align=”center”>

Un suggerimento: laddove la visualizzazione del file PPT non dovesse essere possibile attraverso SoftMaker Presentations per problemi di memoria, il vecchio Powerpoint Mobile incluso nel sistema operativo viene in aiuto: si edita il documento con SoftMaker e si visualizza con PowerPoint Mobile!



SoftMaker Office:
Recensione SoloPalmari

Planmaker
Per i dettagli ed il confronto con la concorrenza, qui è disponibile una tabella dettagliata.  
Si tratta dell’Excel del gruppo. Capace di mostrare senza problemi tutti i fogli di calcolo provati, compresi quelli protetti da password, anche questa componente della suite manifesta latenze con i file complessi (persino qualche minuto per aprirli o per visualizzare un migliaio di opzioni di ordinamento delle caselle). La formattazione è pienamente salvaguardata, la riproduzione è a tutto schermo, lo scrolling è rapido ed è sempre disponibile la solita, comodissima opzione per esportare in PDF.

Clicca sulla miniatura per la visualizzazione in full-screen

 

Planmaker: un file di 650 kb di dati, pieno di caselle calcolate. Si vede bene e scrolla velocemente: da notare l’interfaccia con la barra in stile Windows Vista, selezionabile in tutti i programmi dal menù opzioni

align=”center”>

 

Conclusioni
Abbiamo fatto molte prove di salvataggio, apertura con il PC, riapertura e salvataggio con il palmare senza mai riscontrare problemi. Nella versione registrata viene anche fornito il programma Jetcet Print 5, che consente la stampa su moltissime printer di uso comune direttamente dal palmare, rilevandole sulla rete attraverso il dominio o l’indirizzo IP, oppure via Bluetooth. L’esportazione in PDF crea file che Acrobat LE non legge bene, ma trasferendo il file nel PC tutto funziona egregiamente. I documenti rimangono perfettamente compatibili con la suite Office a parte piccole e rare differenze di formattazione. Analizziamo i principali pro e contro:

PRO

  • Le moltissime opzioni consentono di realizzare documenti complessi, persino oltre le esigenze di un utente medio
  • Editing delle immagini
  • Ottima compatibilità con la suite Microsoft (fino alla release 2003)
  • Semplice da installare, si usa bene sia in landscape che in portrait, sia su dispositivi QVGA sia VGA e persino con Real VGA
  • Correttore ortografico multilingue
  • Esportazione in PDF
  • Jetcet Print, la stampa diretta dal palmare

CONTRO

  • Ci si trova spesso a “corto di memoria”
  • Lento se si usano molte immagini
  • Lentissimo se si esportano molte immagini
  • Si deve ricorrere al manuale per fare alcune operazioni, non sempre intuitive per chi è abituato alla suite Microsoft
  • Il prezzo è nettamente al di sopra del costo medio dei software per Windows Mobile (da ricordare però che nel prezzo e’ inclusa anche la versione per PC).

SoftMaker Office vale quello che costa? Assolutamente sì per gli utenti “professionali” spesso in movimento. No, se l’impiego è dilettantistico. In questo caso basta il programma omologo “di serie” di Windows Mobile 6.

Si ringrazia www.pocketland.it per aver fornito l’applicativo in prova.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Guido

Appassionato di tecnologia e smartphone.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi