per Android, iPhone, WPhone

 

SoloPalmari intervista O’Rourke, General Manager Microsoft

Postato 14 Febbraio 2007 da Gti in Le Recensioni

Image
Le interviste di SoloPalmari
(parte I)
John O’Rourke, General Manager Microsoft.

John O’Rourke e’ uno dei personaggi top a livello mondiale per quanto riguarda Windows Mobile. E’ responsabile dello sviluppo del sistema operativo, lavora a stretto contatto con i produttori di hardware e gli operatori di telefonia mobile e alle sue dipendenze lavora il gruppo dei cosiddetti “evangelisti”, fra cui Mike Hall e Jason Langridge, che Solopalmari ha incontrato qualche mese fa.

La persona ideale, quindi, per una raffica di domande sul nuovissimo Windows Mobile 6.


– Siamo stati un po’ sorpresi dalla rapidità nella presentazione di WM6. E’ andato tutto secondo i tempi previsti?
Sì, lo sviluppo ha seguito alla perfezione il calendario che ci eravamo dati. D’altronde non si è trattato di una riscrittura completa del sistema operativo, ma di una revisione; abbastanza complessa e approfondita, ma comunque una revisione e un miglioramento.

– Sotto il profilo hardware quali dispositivi supportano WM6?
Esattamente gli stessi device attuali. Nessuna differenza. Fra i prerequisiti iniziali volevamo avere il 100% di compatibilità con gli applicativi esistenti e con l’hardware. Questo ci ha consentito, fra l’altro, di avere qui al 3GSM qualcosa come 23 diversi dispositivi con WM6 caricato e funzionante. Un ulteriore motivo di orgoglio e soddisfazione.

 

align=”center”>

– Quando arriveranno sul mercato i primi Pocket PC con Windows Mobile 6?
A brevissimo. E’ previsto il lancio di 3 diversi dispositivi, uno per continente: Europa, America e Asia. T-Mobile negli USA e Orange in Europa presenteranno due modelli HTC; in Asia Softbank sta per fare uscire il G900 di Toshiba. Ci saranno poi device di Motorola e a seguire di moltissimi altri produttori.

– Come andrà con gli upgrade?
Dipende dal produttore hardware o dal distributore. Ad esempio T-Mobile farà fare ai propri clienti upgrade gratuiti, per gli altri si vedrà.

– Upgrade gratuiti per gli utenti finali, ma che voi farete pagare a T-Mobile?
Non è detto. Non posso fornire dettali sui contratti fra Microsoft e i produttori di dispositivi, ma non è detto che gli upgrade non siano garantiti da accordi preesistenti.



Le interviste di SoloPalmari
(parte II)
John O’Rourke, General Manager Microsoft.

– Torniamo alla compatibilità: ci conferma al 100% il supporto degli applicativi sviluppati per WM 5.0?
Si’, le API sono sostanzialmente le stesse, anche se migliorate e con qualche aggiunta. Ci aspettiamo quindi un’ottima compatibilità.



– La prossima release? Diciamo Windows Mobile 7?
Al momento non posso parlare né di tempi, né di dettagli tecnici. C’è un aspetto importante: con le release precedenti a WM6 avevamo due distinti ambienti operativi: PocketPC e smartphone. Si tratta di una differenziazione che ereditiamo dal recente passato, e che non aveva molto senso. Oltretutto è difficilissima da spiegare all’utente finale, che spesso non ha la preparazione tecnica necessaria e non è interessato a questi dettagli. Con WM6 le due versioni del sistema operativo si sono avvicinate fra di loro. Con la prossima edizione le differenze scompariranno del tutto.

– Come si è attuato questo avvicinamento fra smartphone e Pocket PC?
Abbiamo cercato di portare avanti il meglio di ogni ambiente. Ad esempio abbiamo esportato nei Pocket PC il dialer degli smartpone, un’applicazione che era molto apprezzata dagli utenti, uno dei punti forti del sistema.

– Nei comunicati stampa ufficiali avete molto enfatizzato la presenza negli smartphone di applicazioni Office avanzate. Cosa cosa cambia?
Semplicissimo: anche su smartphone ci saranno versioni per dispositivi mobili di Word ed Excel. Non averli era una limitazione che non aveva più senso.

align=”center”>

– In WM6 avete fra l’altro portato l’Information Rights Management: Ci spiega?
Si tratta di una tecnologia di Microsoft, con cui si vuole dare riservatezza alla documentazione di lavoro. Mettiamo che io mandi una mail con il servizio di Information Rights Management. Potrà essere aperta solo dai destinatari, che possono visualizzare, ma non stampare o distribuire ad altri. Le risposte alla mail possono essere inviate solo ai destinatari iniziali e non ad altri. E’ inibita qualunque operazione di Copia e Incolla, e così via. Fino ad oggi questa tecnologia era presente solo sui desktop; con WM6 è stata portata anche ai dispositivi mobili.

– Quindi se mi arriva una mail riservata e voglio farla vedere ad altri l’unico modo che ho è di fare uno screenshot del display?
No, anche le operazioni di screenshot sono bloccate. L’unica possibilità è di prendere una macchina fotografica e di fare una foto del display.

– Qual è la percentuale di distribuzione di PPC e smartphone?
La situazione sta cambiando rispetto ad un anno fa. Dei 140 modelli che attualmente hanno Windows Mobile sta crescendo rapidamente la fetta degli smartphone. Non possiamo fornire dati precisi, ma il trend è chiaro.

– Si parla spesso dell’uscita imminente di smartphone Windows Mobile che costeranno attorno ai 100 dollari: una leggenda metropolitana o c’è qualcosa di realistico?
Non è possibile fare previsioni in questo senso, ma per Microsoft è importante è che cresca il ventaglio di offerte di smartphone Windows Mobile, a partire da modelli economici fino a quelli ultracostosi. E’ necessario che ognuno possa scegliere il device Windows Mobile che desidera. Mia moglie, ad esempio, adesso non lavora ma ha comunque il desiderio di accedere alla propria mail: lo fa senza il PC, attraverso uno smartphone Windows Mobile.

D’accordo, ma la situazione che ci propone è basata sugli standard americani, caratterizzato da abbonamenti flat per le connessioni dati. Da noi in Europa, invece, le comunicazioni sono ancora molto care, e conseguentemente anche i device avanzati tendono all’utenza business.
La situazione sta cambiando. Già oggi in Germania e Inghilterra esistono abbonamenti dati mensili a tariffa fissa: dovrebbero arrivare presto anche negli altri paesi.

SoloPalmari ringrazia John O’Rourke, General Manager e Product Management Mobile and Embeddedd Device Marketing Microsoft, per l’intervista concessa.


Fonte:  SoloPalmari.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi