per Android, iPhone, WPhone

 

SPB Mobile DVD – Recensione SoloPalmari

Postato 5 dicembre 2006 da Gti in Le Recensioni

altLa Spb Softwarehouse, autrice di applicativi di successo per palmari Windows Mobile, sostiene che il 50% degli utenti Pocket PC guardano video sui propri dispositivi tascabili. Non sappiamo quanto la statistica sia fondata, ma è certo che il futuro ed il presente dei PDA è molto legato alle loro capacità multimediali. Ben vengano, dunque, quei programmi che a questo tema sono dedicati, e sopratutto quelli che semplificano funzioni altrimenti complesse. È il caso di Mobile DVD, convertitore di filmati appena annunciato dalla SPB Softwarehouse.
Il software si propone di velocizzare e rendere più agevole il riversamento sul computer, o direttamente sul palmare, di un DVD o di un file video. L’obiettivo ultimo è di comprimerlo a sufficienza, e con il massimo rispetto per la qualità originaria, in modo che possa essere visualizzato fluidamente su PDA e senza occupare eccessivo spazio sulle memory card.

alt
Clicca sull’immagine per accedere all’articolo completo

La redazione di SoloPalmari ha avuto la possibilità di provare a lungo il programma, fornito dalla Spb con largo anticipo rispetto alla data di pubblicazione. Ne è venuta fuori una brevissima recensione, che esamina le caratteristiche principali dell’applicativo e ne valuta l’efficienza.
A proposito di caratteristiche: ecco l’elenco di feature che, a detta della softwarehouse editrice, distinguono Mobile DVD dai prodotti concorrenti. Ci servirà, tra l’altro, come linea guida per la prova che segue.

  •     I più contenuti tempi di conversione
  •     Diversi livelli di qualità con preview in tempo reale
  •     Nessun applicativo addizionale richiesto per i Pocket PC
  •     Utilizza come fonte AUDIO/VIDEO DVD o file
  •     Conversione in formato WMV e XVID
  •     Possibilità di convertire interi filmati o parti di esso
  •     Supporto per le CPU Dual Core nei PC
  •     Supporto per i Pocket PC con processore a 200MHz
  •     Supporto per QVGA, VGA display quadrati

{mospagebreak heading=- Parte I &title=- Parte II}

Mobile DVD viene offerto al prezzo di 24.95 Euro, ed è acquistabile presso Pocketland.it (affiliato), dove è resa disponibile una versione dimostrativa.
L’interfaccia dell’applicativo, che una volta scaricato sul PC occupa appena 8 MB, è semplice, priva di fronzoli, come dimostra la schermata che segue.

alt

Una volta avviato, con Mobile DVD si procede per piccoli passi successivi. Il primo consiste nello scegliere da quale fonte estrarre il contenuto multimediale: un DVD o un file video. Sono supportati i formati WMV, AVI, MPEG.

alt

Lanciato il DVD il programma seleziona automaticamente la traccia contenente il menù principale.

alt

Laddove per qualsiasi ragione l’automatismo non abbia successo, o nel caso in cui si voglia affrettare il processo di ricerca dell’interfaccia principale del disco, è possibile agire sul pulsante “DVD Menu”.

{mospagebreak title=- Parte III}

Prima di proseguire è giusto riservare una citazione al film protagonista dell’esperimento: “Solo due ore”, diretto da Richard Donner (regista di Arma Letale), vede la presenza di attori noti, come Bruce Willis, Mos Def e David Morse. Un discreto thriller d’azione, che se non brilla per originalità consente comunque di trascorrere piacevolmente un’ora e mezzo in pieno relax. Tanto davanti alla TV di casa quanto in mobilità (una volta convertito e salvato sul palmare).

alt

 Siamo giunti alla fase in cui ci viene chiesto quanto del film vorremo convertire: tutto intero, soltanto una porzione, un singolo capitolo.

alt

Scegliamo di selezionare una parte a nostro piacimento della pellicola digitale. Per prima cosa dovremo portare il film nel punto in cui la registrazione avrà inizio, e quindi premiamo il pulsante “Mark Begin”. Dopo aver spinto l’indicatore di posizione fino alla parte finale della traccia potremo usare il pulsante “Mark End” e procedere.

alt

Mobile DVD ci chiede in quale formato desideriamo sia salvato il file: Windows Media Video da 20 o 25 fotogrammi per secondo, oppure XVID, caratterizzato da maggiore qualità ma anche da un grado di compatibilità inferiore (potrà essere riprodotto anche su PDA PalmOS, oltre che su Pocket PC, con applicativi come l’Open Source TCPMP).

{mospagebreak title=- Parte IV}

Durante tutto il lavoro di conversione il PC Windows XP SP 2 utilizzato, mosso da un Pentium 4 da 3.000 MHz senza particolari propensioni multimediali, dotato di 1 GB di RAM e caratterizzato da un ordinario bagaglio di periferiche, non è sembrato affatto condizionato da eccessivo impegno.
Le risorse di sistema lasciate libere hanno consentito di aprire contestualmente, e di gestire senza difficoltà molti altri programmi, anche “pesanti” (come Paint Shop Pro, ad esempio).

alt

Fra le opzioni proposte da Mobile DVD c’è quella relativa alla risoluzione: in base al tipo di display sul quale il film verrà riprodotto possiamo scegliere il formato VGA, QVGA, “square” (240 x 240 – 480 x 480).

alt

Infine la grandezza del riquadro: piccolo (vengono rispettate le proporzioni della pellicola), medio e “full screen”. Possiamo cliccare su “Next”.

alt

Per intervenire ancora sulla quantità di spazio che il file occuperà selezioniamo la voce che riteniamo più opportuna nel menù a scomparsa: qualità “Povera”, “Normale”, “Migliore”. In alternativa è possibile stabilire direttamente quanto “peserà” il video in termini di megabyte.

{mospagebreak title=- Parte V}

Siamo al penultimo capitolo della recensione: pochi passi ancora ed avremo portato a termine il processo di conversione del film.
Intanto una nota: la versione di Mobile DVD adottata in questa prova è in lingua inglese. L’interfaccia è comunque semplice ed intuitiva, ma l’esistenza di una localizzazione in italiano nella release definitiva del software, disponibile sul sito della Spb Software, rappresenta senz’altro un pregio ulteriore.

alt

Anche in questo step le opzioni sono poche ma mirate e funzionali: salviamo il risultato del nostro lavoro direttamente in una cartella del PC, su di una memory card o direttamente sul palmare?

alt

Dopo aver premuto per l’ultima volta il tasto “Next” si avvia il processo di conversione del DVD. Mentre il programma svolge il suo compito abbiamo l’opportunità di guardare il film (ma in questo caso il carico della CPU si appesantisce e si allungano i tempi), oppure di passare a fare qualcos’altro (Background conversion). Come molti altri applicativi che richiedono tempi non immediati per portare a termine un’operazione, Mobile DVD ci offre l’opportunità di spegnere automaticamente il computer al termine del lavoro.
Sul lato sinistro, ed in basso, sono riportate tre voci, relative al previsto volume del file che verrà prodotto, alla velocità di conversione rispetto al “real time”, al tempo residuo. Il processo può essere messo in pausa.

alt

Lavoro ultimato: se clicchiamo su “Finish”, e lasciamo invariati i parametri esistenti, l’applicativo aprirà automaticamente la cartella nella quale il video è stato salvato.

{mospagebreak title=- Conclusioni}

Conclusioni
Esistono numerosi applicativi che svolgono lo stesso compito di Mobile DVD. Tutti promettono veloci tempi di conversione, buona compatibilità del prodotto finito, semplicità d’uso. Al contrario di alcuni dei concorrenti, il neonato programma della Spb Softwarehouse sembra che in nessuna occasione debba smentirsi.
Buone le prestazioni registrate in tre distinti esperimenti, con tre diverse fonti AUDIO/VIDEO (2 DVD ed un file AVI); probabilmente le migliorialt incontrate fino ad oggi. Non ci si illuda, tuttavia, di convertire un DVD in pochi istanti: sono necessari tempi che in media vanno dai 30 ai 200 minuti, in funzione della risoluzione e del grado di qualità scelti, e della durata della pellicola originale.
Se da un canto le opzioni offerte per il formato di conversione non brillano in tema di quantità, dall’altro questa scelta consente di ridurre al minimo le competenze necessarie per ottenere buoni risultati: chiunque sarà capace di creare una contenuto multimediale riproducibile sul proprio PDA senza imprevisti ed inconvenienti. Ne guadagna, dunque, la semplicità d’uso, ai massimi livelli. Peraltro il buon grado di compatibilità è salvo grazie alle risoluzioni alternative più comuni, che vanno dai display VGA a quelli quadrati (sempre più diffusi).

In definitiva Mobile DVD è un programma efficiente, versatile quanto basta e al tempo stesso elementare, facile da usare anche per un montaggista alle prime armi. Il prezzo proposto, peraltro, sembra commisurato alle caratteristiche ed alla affidabilità.

– Pro –

  • Contenuti tempi di conversione
  • Ridotto impegno per le risorse di sistema del PC
  • Ottima semplicità d’uso
  • Efficienza
  • Discreta compatibilità dei filmati prodotti
  • Prezzo adeguato

– Contro –

  • Nulla di rilevante

Si ringrazia Spb Softwarehouse per aver fornito il prodotto oggetto della recensione.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi