per Android, iPhone, WPhone

 

Windows Mobile 6: ‘oltre 1.000 migliorie’ rispetto al 5.0

Postato 8 Febbraio 2007 da Gti in News
Come nella storia del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto, qui verrebbe da chiedersi se per diciotto mesi gli utenti Microsoft hanno usato un “criticabile” sistema operativo, o se il nuovo Crossbow sarà davvero fantastico, privo di qualsivoglia difetto e al di sopra di ogni critica. Fuori dallo scherzo (Gates o chi per lui sappia che di scherzo si tratta), nel suo autorevole blog Jason Langridge, componente del team che ruota attorno a Windows Mobile (intervistato l’anno scorso da SoloPalmari), sostiene che nella piattaforma che verrà presentata il prossimo lunedì al 3GSM World Congress ci sono oltre mille “enhancement”, dieci volte cento miglioramenti rispetto al predecessore.

Per scoprire quanto fondamento c’è in questa affermazione sarà necessario aspettare ancora qualche mese, quando cioè appariranno sul mercato i primi dispositivi con preinstallato in ROM il sistema. Intanto, però, lo stesso articolo pubblicato dal blogger è una buona occasione per capire e sperare: pur rappresentando una panoramica a tratti esasperatamente ottimista (“quasi tutti i limiti rispetto ad un notebook sono stati eliminati!”), rappresenta uno dei più chiari e puntuali approfondimenti su Windows Mobile 6 pubblicati nelle ultime ore. Ci esercitiamo in una sintesi.

Jason trova nella nuova interfaccia grafica, con trasparenze che ricordano Vista, la prima e più evidente miglioria. Di qui si passa, senza soluzione di continuità, agli strumenti di comunicazione e ai suoi nuovi tool:
Smartfilter – Non è più necessario scorrere gli elenchi di posta elettronica per effettuare una ricerca: basta scrivere una parola e compariranno come d’incanto le mail che la contengono.
Server Search – La ricerca può essere effettuata anche in remoto sul Server Exchange in sincronizzazione Direct Push.
HotKeys – Molte funzioni vengono associate ai pulsanti della tastiera hardware. Ad esempio: per appuntare con un “flag” una mail è sufficiente premere la “F”.
HTML Email – Formattazione e grafica sono ora pienamente supportate.

{mospagebreak heading=- Parte I&title=- Parte II}

Veniamo al tema sicurezza:
Storage Card Encryption, Enforcement e Wipe – Pieno controllo dei dati sensibili sulla memory card, grazie alla possibilità di criptare il contenuto, di assegnare privilegi per l’accesso, di cancellare le informazioni sia in remoto che localmente.
Certificati – Aggiunta una serie di tool per gestire i certificati, senza l’intervento dell’operatore telefonico.
Information Rights Management – L’utente può decidere chi può leggere, modificare o cancellare un documento Office o le email.

È il momento del Calendario, dove adesso i campi vuoti dell’agenda vengono compressi e trasformati in fasce orarie accorpate. Ad esempio, se dalle 8 del mattino alle 14.00 ho finalmente la possibilità di portare a spasso il cane e rubare qualche raggio di sole nel parco seduto pigramente ad una panchina, sulla schermata apparirà un campo in evidenza che indica come libera quella parte della giornata, seguito poi dai tag degli appuntamenti.

Office Mobile sotto i riflettori: nelle sue note applicazioni Word, Excel e PowerPoint l’impaginazione è più adeguata ai display piccoli, ed in particolare a quelli degli smartphone.

Con pochi click e senza particolare competenza, sostiene Langridge, grazie alla condivisione Internet ora è più facile trasformare i device in modem per il notebook.

Su Internet Explorer Mobile gli sviluppatori hanno invece lavorato per “renderizzare perfettamente” i siti più impegnativi, e non soltanto quelli destinati ai dispositivi tascabili. L’affermazione è altrettanto impegnativa, ma c’è di buono che sulla home page sono presenti nativamente il campo di ricerca (Live Search, manco a dirlo) e i pulsanti virtuali di accesso ai “favoriti” e alla “cronologia”.

Windows Live si integra nel sistema, garantendo la possibilità di gestire più chat contemporaneamente, usare gli smileys, visualizzare direttamente sul Today screen lo stato online proprio e dei contatti.

L’ultima citazione di Jason Langridge viene riservata a Media Player: dotato di un filtro più efficace, consente una più veloce ricerca fra i contenuti multimediali.

È tutto? Per l’articolo del programmatore Microsoft sì, ma è bene fare un salto sul suo blog per approfondire ulteriormente e guardare i numerosi screenshot che qui non abbiamo riportato. Per Windows Mobile 6 resta sicuramente l’attesa di qualche giorno per l’annuncio ufficiale (SoloPalmari non mancherà all’appuntamento, naturalmente), oltre ai rimanenti 970 “enhancements” che, per questioni di spazio, neanche il simpaticissimo Jason avrebbe potuto riportare.

Fonte: JasonLangridgeBlog.

0.00 avg. rating (0% score) – 0 votes

Autore

Gti



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi